in

Grosseto, trovata morta in casa dopo quattro giorni: il dramma degli anziani che vivono da soli in Italia

A Grosseto è stata ritrovata morta un’anziana di 82 anni. In Via Jugoslavia si è consumato l’ennesimo dramma della solitudine: allarmati dal fatto che la signora da giorni non rispondeva più al telefono i parenti hanno dato l’allarme alla polizia.

Grosseto, anziana trovata morta in casa dopo 4 giorni: «Da giorni non rispondeva al telefono!»

A confermare il timore dei familiari dell’anziana, residenti da tempo in Sicilia, i vicini della donna, che da qualche giorno non l’avevano vista affacciarsi o scendere giù in strada davanti al portone per scambiare due chiacchiere, come l’anziana era solita fare quotidianamente. Nel pomeriggio del 23 luglio 2019 poliziotti e vigili del fuoco si sono sentiti così in dovere di intervenire per capire cosa fosse accaduto. Dopo aver ripetutamente bussato i pompieri hanno sfondato il vetro di una finestra dell’appartamento, sono entrati e si sono accorti che per l’anziana non c’era oramai più niente da fare. Sul posto è giunto anche il 118 che tuttavia non ha potuto fare altro che constatare il decesso della donna. La 82enne è stata ritrovata esanime sul letto e secondo le prime ricostruzioni la morte risalirebbe almeno a quattro giorni fa. Come si legge su “La Nazione”, che ha riportato la notizia: «il cadavere dell’anziana è stato ricomposto e portato all’ospedale Misericordia in attesa dell’arrivo dei parenti per il riconoscimento ufficiale che avverrà forse stamani». Stando all’opinione del medico legale la morte dovrebbe essere avvenuta per un malore improvviso che ha sorpreso l’anziana signora nel sonno. Dopo i dovuti controlli, volti ad accertare che la morte non fosse stata di natura violenta, il magistrato ha concesso il nulla osta per la sepoltura.

Il dramma degli anziani che vivono da soli in Italia: sono oltre 5 milioni, situazione preoccupante

Un fatto quello della signora di Grosseto che fa riflettere ancora una volta sulla solitudine che accompagna gli anziani. Un fenomeno silenzioso, quanto spaventevole, con cui il Governo dovrà fare presto i conti. Secondo “LaPresse”, in Italia c’è «la bomba invecchiamento», proprio perché oltre 5 milioni di anziani vivono soli. Una bomba destinata ad esplodere molto presto, che comporterà tutta una serie di problematiche, come l’aumento di persone non autosufficienti, l’emarginazione sociale e l’incapacità di gestire pensioni e previdenza. «Oggi, tre lavoratori hanno sulle spalle un anziano, domani saranno solo in due a sostenerlo», questa è la fotografia segnalata da un’indagine dell’Istat per Italia Longeva (rete nazionale sull’invecchiamento e sulla longevità attiva), realizzata sul finire del 2018. Il boom dovrebbe essere raggiunto tra il 2030 e il 2050: uno scenario desolante: «Nei prossimi 50 anni le generazioni maggiormente a rischio di non autosufficienza passeranno da un quinto a un terzo della popolazione italiana». Bisogna guardare in faccia la realtà e cominciare a preoccuparsi, così da non lasciarsi cogliere impreparati.

leggi anche l’articolo —> Isola d’Elba, esplosione in palazzina: un morto, tre feriti e un disperso

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Isola d’Elba, esplosione in palazzina: un morto, tre feriti e un disperso

Milano, sciopero trasporti 24 luglio 2019: cosa c’è da sapere