in ,

Guerra in Siria, Isis: Erdogan annuncia la liberazione di Jarablus dal Califato

Il troppo è troppo ogni popolo ha diritto a difendersi, e non ci importa quello che dicono della Turchia“, così il Presidente Ergogan durante un discorso trasmesso in diretta dalla Tv panaraba Al Jazeera. Ankara aveva avvertito nei giorni precedenti l’intenzione di colpire gli obiettivi giudicati “terroristi” in Siria. In questo contesto è avvenuta quindi l’offensiva. I ribelli dell’Esercito siriano libero (Esl), sostenuti dall’esercito turco e dalla coalizione anti-Isis, sono entrati a Jarablus, città nel nord della Siria sotto il controllo dell’Isis. La notizia è convalidata dalle immagini trasmesse dall’agenzia statale turca Anadolu.

Alle 4 del mattino il nostro esercito ha avviato un’operazione contro le organizzazioni terroristiche Daesh e Pyd in Siria“, ancora Recep Tayyip Erdogan in merito alla missione lanciata verso Jarablus. Tensione alta: da Damasco la risposta non si è fatta attendere ed il Ministro degli Esteri aveva annunciato, prima della conquista, “lo sconfinamento dei carri armati turchi è una violazione della nostra sovranità“.

Le motivazioni dietro a questa operazione militare sono però altre. Stando ad alcune indiscrezioni, il “Sultano” Erdogan sarebbe intervenuto per evitare che fossero i curdi a liberare la città siriana. Il mosaico della guerra in Siria è in continuo movimento, ma l’unica costante è che l’Isis stia retrocedendo sempre di più.

Replica Il Segreto oggi 24 Agosto 2016: ecco dove vedere la puntata

Pasqua 2017 Previsioni Traffico

Previsioni traffico agosto 2016: bollini rossi in autostrada, le giornate da evitare a fine mese