in ,

Guerre Stellari 1977 esce al cinema: ecco 10 curiosità sulla famosa saga di George Lucas

Sono trascorsi ormai 38 anni da quel lontano 25 maggio 1977 in cui il primo capitolo della fortunatissima saga di Guerre Stellari faceva la sua comparsa nelle sale cinematografiche di tutto il mondo eppure, a distanza di oltre tre decadi, il capolavoro di George Lucas non smette di appassionare ed emozionare. Le avventure interstellari di personaggi intramontabili come Luke Skywalker, Darth Vader e Han Solo, hanno intrigato per anni fan in ogni paese, contribuendo alla nascita ed alla consacrazione di celebrità come Harrison Ford.

Rinominato poi dal 1999 “Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza”, Guerre Stellari è il primo film in ordine di produzione e quarto in ordine cronologico, parte della “Trilogia originale” (episodi IV, V e VI), seguiti poi dai prequel della “Nuova trilogia” (episodi I, II e III). L’anno dopo il debutto al cinema, era già un successo planetario, così l’autore e regista George Lucas decise di diventare un produttore indipendente con la sua casa cinematografica: nel 1998 poi l’American Film Institute inserì Guerre Stellari al quindicesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempiEcco 10 curiosità divertenti ed insolite sul colossal che a fine anno tornerà sul grande schermo con il settimo episodio della saga.

1.Ciascun film di Star Wars è stato proiettato al cinema la settimana dopo il compleanno di George Lucas, che è il 14 maggio;

2.Mark Hamill, mentre girava la scena nel tritarifiuti, trattenne il fiato così a lungo che gli scoppiò un vaso sanguigno e le inquadrature delle scene successive si adeguarono, riprendendo solamenete l’altro lato del volto;

3.Il comunicatore usato da Qui-Gon Jinn in ealtà non è altro che un rasoio da donna, marca Gillete Sensor Excel;

4.Harrison Ford fu pagato la bellezza di 10.000 dollari per la sua interpretazione in Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza;

5.Peter Cushing, interprete del personaggio di Tarkin, indossò pantofole durante moltissime riprese, trovando gli stivali oltremodo scomodi;

6.La lingua parlata da Greedo esiste veramente ed è un linguaggio sudamericano chiamato quechua;

7.Il costume di C3-PO rischiò di causare dei problemi di salute a Anthony Daniel che lo indossava con grande fatica, per questo motivo durante le scene de “Una nuova speranza” spesso viene inquadrato dalla vita in su perché in realtà non indossava la parte inferiore del costume;

8.In Tunisia sono tuttora presenti molti degli edifici costruiti per le scene su Tatooine;

9.Il cacciatore di taglie Bossk è vestito con una tuta spaziale riciclata dal Doctor Who, mentre IG-88 fu costruito con oggetti di scena di film riciclati, per esempio la sua testa è il distributore di bevande che si vede in una scena nella cantina di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza;

10.Il suono dei motori dei TIE Fighter è creato dal barrito di un elefante unito a quello di un veicolo che avanza su una strada bagnata.

Seguici sul nostro canale Telegram

Ecco le acconciature e i colori tra le tendenze capelli 2015

Capelli 2015 cerimonia: le acconciature e i colori per l’estate, le tendenze più glamour di Cannes 2015

Luca Toni ritiro

Serie A, Luca Toni sempre più su: sarà lui capocannoniere?