in ,

Guerriglia ultras a Roma, Marino: “L’Olanda non è disposta a pagare i gravi danni alla Barcaccia”

Le immagini dei tifosi olandesi approdati a Roma per la partita che il Feyenoord ha disputato con la padrona di casa, la Roma, non lasciano molto da aggiungere e, il giorno dopo ‘l’invasione barbarica’, si contano i danni. Secondo le stime di Confcommercio, i danni che i tifosi olandesi hanno provocato ai commercianti della Capitale ammonterebbero a circa 3 milioni di euro, per non parlare dei gravi danni che ha subito la Barcaccia del Bernini, sita a Piazza di Spagna, nel pieno centro di Roma.

È stato proprio il sindaco della Capitale, Ignazio Marino, a recarsi in loco per fare un sopralluogo alla fontana, gravemente danneggiata dai tifosi del Feyenoord. “Credo che valga il detto ‘chi rompe paga’ e quindi la squadra e l’Olanda sono responsabili di ciò che è successo in questa città”, ha detto il sindaco capitolino. La risposta dell’ambasciatore olandese però non si è fatta attendere: il governo olandese non intende pagare i lavori di restauro della Barcaccia. L’Olanda dunque prende le distanze da quanto successo nei giorni scorsi a Roma.

Anche il club olandese che ha disputato la partita contro la Roma, è intervenuto in merito all’accaduto. I dirigenti del Feyenoord hanno ritenuto vergognoso l’atteggiamento dei loro tifosi, ma anche da parte loro nessun aiuto economico per riparare quanto distrutto: “Da un lato siamo orgogliosi per la prova della squadra, dall’altro proviamo disgusto e vergogna per il comportamento riprovevole di un branco di senza cervello. Allo stadio però è andato tutto bene. Prendiamo le distanze, ma non è un problema che i club possono risolvere”.

Foto Ansa

Isola dei Famosi ultime news

Isola dei Famosi 2015, tempesta tropicale in arrivo: Cecilia Rodriguez si prepara al peggio

Ultime notizie Napoli calcio: Andujar adesso può diventare il titolare