in

Guerrina Piscaglia cadavere: terrificante indiscrezione, lo rivelano i familiari

Guerrina Piscaglia scomparsa misteriosamente 5 anni fa, il 1° maggio 2014, e il suo corpo mai ritrovato. Per il delitto della casalinga 50enne di Ca’ Raffaello è stato condannato il sacerdote congolese che all’epoca dei fati officiava nel piccolo paesino dell’Aretino, padre Gratien Alabi, presunto amante segreto della donna, sposata e madre di un bambino.

Famiglia Guerrina Piscaglia intenta causa contro la Curia di Arezzo e chiede i danni

Il prete congolese – che da sempre si professa innocente – è stato condannato in via definitiva a 25 anni di reclusione. Ora la famiglia di Guerrina chiede un maxi-risarcimento danni alla Chiesa, come annunciato su Il Corriere di Arezzo. A intentare la causa civile contro la Curia di Arezzo e l’Ordine dei Premostratensi (dove Gratien ha atteso, agli arresti domiciliari, il terzo grado di giudizio) Mirko e Lorenzo Alessandrini, rispettivamente marito e figlio di Guerrina. Secondo i legali della famiglia Piscaglia la Chiesa è tenuta a pagare il danno arrecato da un suo ministro nello svolgimento dell’attività pastorale. Secondo quanto riportato da Il Corriere di Arezzo, la succitata richiesta di risarcimento “non indica per ora una somma, che potrebbe comunque aggirarsi attorno al milione di euro”“Per noi il risarcimento sarebbe avere i resti del corpo di Guerrina e sapere cosa accadde”, fa sapere la famiglia. E Don Bruno Fasani, prete noto per la partecipazione a programmi televisivi, ha dichiarato al riguardo: “La verità è più importante dei soldi. Chi sa parli. Padre Graziano si penta in carcere e dica tutto”.

guerrina piscaglia marito in discoteca

Guerrina Piscaglia cadavere: l’ipotesi terrificante fatta dai familiari

L’Unione Sarda in queste ore a diffuso un’indiscrezione sul caso: “Abbiamo intervistato l’avvocato Francesca Faggiotto, legale che, unitamente al collega Nicola Detti, rappresenta Mirco e Lorenzo Alessandrini”. L’avvocato alla domanda ‘Secondo lei, che cosa ne è stato del corpo di Guerrina?’ avrebbe risposto: “Ci sono diverse possibilità: in campagna, dai tempi antichi, se vuoi fare sparire qualcosa lo si dà in pasto agli animali. Il letame corrode velocemente. Può essere stato gettato in una porcilaia, in un dirupo, essere stato murato in qualche intercapedine”. Su dove sia stato occultato il corpo della povera Guerrina si possono fare ancor oggi solo ipotesi. Anche le più terribili come quella in oggetto. Forse mai si farà luce su questo mistero, nonostante i tre processi che hanno condannato Alabi il quale si professa estraneo ai fatti e vittima di un clamoroso errore giudiziario.

Potrebbe interessarti anche: Guerrina Piscaglia Padre Gratien in carcere, duro attacco allo Stato italiano: “Sentenza razzista”

 

Malta, affonda peschereccio italiano: un morto e un disperso

massimo bossetti motivazioni sentenza appello

Caso Yara: Massimo Bossetti nuova pista su “una persona che la sera del delitto si trovava a Brembate”