in ,

Guerrina Piscaglia: cade ipotesi gravidanza? Ecco le ultime news

C’è grande attesa per la decisione del giudice del tribunale del Riesame di Firenze in merito alla possibile scarcerazione di padre Gratien, il sacerdote congolese indagato nell’ambito dell’inchiesta sulla scomparsa di Guerrina Piscaglia, e in carcere dallo scorso 23 aprile con l’accusa di omicidio e distruzione di cadavere.

Il religioso ha sempre taciuto sul suo e di altri possibile coinvolgimento nella vicenda. Eppure gli inquirenti sarebbero convinti che egli sia il custode di tante verità omesse. Padre Gratien sarebbe a conoscenza di dettagli importanti sulla scomparsa della casalinga di Ca’ Raffaello, del cui omicidio è sospettato, e in quel 1° maggio 2014 non avrebbe agito da solo ma aiutato da uno o più complici. Queste le accuse a suo carico, giudicate tuttavia farraginose e “prive di fondamento” dall’avvocato difensore dell’uomo, Luca Fanfani.

Nel frattempo le indagini sul caso vanno avanti, arricchite da continui colpi di scena. L’ultimo quello sugli scottanti appunti segreti sequestrati al prete congolese, cui va ad aggiungersi una clamorosa indiscrezione diffusa dal settimanale Giallo: Guerrina Piscaglia non poteva avere figli. Nel settimanale si legge che la 50enne, a causa di molteplici aborti spontanei causati da complicazioni sopraggiunte in gravidanza, alla fine degli anno ’90 fu sottoposta ad intervento chirurgico per la chiusura delle tube. Questo importante dettaglio, se confermato dalla Procura di Arezzo, sconfesserebbe la versione dei fatti data da padre Gratien, il quale asserì – nell’unico colloquio avuto con gli inquirenti – che Guerrina lo avrebbe più volte minacciato di rivelare a tutti di essere incinta di un figlio suo. Circostanza dalla quale, secondo il quadro accusatorio a suo carico, sarebbe scaturito il movente del delitto.

Gianna Nannini Concerto Milano 15 Maggio 2015

Gianna Nannini e la sua Hitalia in concerto a Milano [FOTO]

Cristina Buccino ultime news

Cristina Buccino gossip, la ex naufraga confessa: “In amore sono sfortunata”