in ,

Guerrina Piscaglia, clamorose rivelazioni su padre Gratien: “No prostitute, è impotente”

In attesa di conoscere quale sarà la decisione degli inquirenti in merito al destino giudiziario di padre Gratien Alabi, il sacerdote congolese in carcere dal 23 aprile scorso perché ritenuto responsabile della scomparsa e presunto omicidio di Guerrina Piscaglia, l’avvocato Francesco Zacheo fa delle rilevazioni inaspettate sul suo assistito.

Il legale ha infatti annunciato di voler chiedere nei prossimi giorni la carcerazione domiciliare per il prete congolese – “qui non esistono prove, tracce, elementi convincenti contro Gratien. Crediamo nella sua innocenza” – nella speranza che la procura di Arezzo vagli attentamente quanto dall’indagato dichiarato in merito alla figura di ‘zio Francesco’ durante l’interrogatorio del 26 agosto scorso.

Non solo, Zacheo ha provato a smantellare un elemento indiziario a carico del sacerdote ovvero la presunta condotta libertina che – è scritto negli atti dell’inchiesta – lo vorrebbe assiduo frequentatore di prostitute, una delle quali sentita in incidente probatorio, e conteso dalla donne di Ca’ Raffaello, in primis Guerrina Piscaglia che prima di sparire gli avrebbe inviato un sms con scritto: “Sono incinta, il figlio è tuo”. Da questo messaggio, infatti, secondo la Procura avrebbe avuto origine il movente del delitto della casalinga attribuito a padre Gratien.

L’elemento della frequentazione di prostitute è per l’avvocato Zacheo del tutto infondato, giacché “il 45enne sacerdote congolese soffrirebbe di impotenza”, stando a quando riportato da Il Corriere di Arezzo. Si tratterebbe di un “disturbo erettile all’organo sessuale forse legato alla gotta” che, se certificato da un medico, potrebbe alleggerire la posizione dell’indagato.

Julianne Moore potenziale attrice del cast di 50 sfumature di nero

50 sfumature di nero: il premio Oscar Julianne Moore nel cast?

mondiali di atletica Tamberi finale salto in alto

Mondiali di atletica, Pechino 2015: ultima giornata di gare, Gianmarco Tamberi in finale nel salto in alto