in ,

Guerrina Piscaglia: giudizio immediato per padre Gratien, Mirco prosciolto

Chiuse le indagini sul giallo di Ca’ Raffaello, la Procura di Arezzo ha chiesto il giudizio immediato per padre Gratien Alabi, il religioso congolese in carcere dal 23 aprile scorso perché ritenuto responsabile della scomparsa e presunto omicidio di Guerrina Piscaglia.

Il marito della casalinga scomparsa il 1° maggio 2014, Mirco Alessandrini, è stato invece ritenuto totalmente estraneo alla vicenda e il fascicolo a suo carico stralciato. Iscritto nel registro degli indagati per avere rilasciato a inizio indagini delle false dichiarazioni al gip, Mirco – che di recente è stato risentito dagli inquirenti – sarà parte offesa nell’eventuale processo al prete congolese.

Gli iniziali sospetti su Alessandrini – si legge ne Il Corriere di Arezzo – sarebbero scaturiti dall’opera di depistaggio messa in atto dall’indagato, che anche nell’interrogatorio del 26 agosto scorso ha rilasciato delle dichiarazioni giudicate inattendibili dagli inquirenti e smentite clamorosamente da numerosi testimoni.

Avviandosi la posizione di Mirco Alessandrini verso la archiviazione, si delinea con chiarezza, invece, quella di padre Gratien che potrebbe essere processato per direttissima. Il gip Piergiorgio Ponticelli, infatti, entro 5 giorni dovrebbe esprimersi in merito all’ammissibilità o meno della richiesta ed eventualmente fissare la data del processo che si prevede avrà inizio prima della fine dell’anno.

ricette la prova del cuoco

Ricette La prova del cuoco: polpette di uova sode di Anna Moroni

Appia Antica, un percorso sensazionale da Roma a Brindisi: al via il progetto Mibact

Appia Antica, un percorso sensazionale da Roma a Brindisi: al via il progetto Mibact