in ,

Guerrina Piscaglia: il giallo del suo borsello trovato tra gli oggetti di padre Gratien

Passano all’attacco gli avvocati di padre Gratien Alabi, sotto processo ad Arezzo perché accusato dell’omicidio di Guerrina Piscaglia. Dopo la deposizione in aula delle sorelle della casalinga scomparsa da Ca’ Raffaello il 1° maggio 2014, che hanno riconosciuto il borsello di Guerrina tra gli oggetti sequestrati al parroco in canonica, Riziero Angeletti e Francesco Zacheo annunciano l’intenzione di presentare un esposto in Procura per denunciare la falsa testimonianza delle sorelle Piscaglia, che avrebbero dichiarato menzogne sotto giuramento.

Per i legali del religioso congolese trattasi infatti di una testimonianza tardiva e non veritiera –  “Il 16 settembre 2014 viene sottoposto alla visione delle sorelle tutto il materiale trovato in canonica: ma non dicono nulla sull’astuccio. Ora non solo lo riconoscono ma ne ricordano pure la marca”, spiega l’avvocato Ageletti al quotidiano La Nazione – che non potrà avere un peso nel processo né influenzarne in alcun modo l’andamento.

Al team difensivo di padre Gratien va ad aggiungersi anche la consulenza del professor Sergio Novani, il quale ha sottolineato – ne dà notizia Il Corriere di Arezzo – che emergerebbe dalle carte del processo che all’epoca dei fatti gli inquirenti esclusero un collegamento diretto tra il borsello in questione e Guerrina, giacché l’assorbente contenuto al suo interno non sarebbe stato dello stesso tipo di quelli trovati nella casa della casalinga scomparsa. Sarà dunque acceso il dibattuto in aula nella prossima udienza, in calendario per il prossimo venerdì 19 febbraio.

taylor swift shock

Grammy Awards 2016 vincitori, Taylor Swift vince ma la scena è tutta per Lady Gaga: ecco i vincitori

Ibrahimovic Champions League

PSG – Chelsea: probabili formazioni e ultime news Champions League