in ,

Guerrina Piscaglia, messaggio alimenta false speranze: “Trovati resti ossei”

Una frase diffusa via web, apparsa in un blog e ripresa in tempi record sui social network, ieri mattina ha letteralmente messo in subbuglio tutta la comunità di Ca’ Raffaello e i carabinieri di Arezzo e Badia Tedalda: “Hanno trovato un sacco pieno di ossa. Sembra siano quelle di Guerrina”. Lo riporta Il Resto del Carlino.

Commenti e notizie a valanga sul post hanno, in pochi attimi, alimentato speranze e curiosità degli utenti, e indotto le forze dell’ordine a vederci chiaro. Ma dopo la concitazione iniziale, che ha portato i carabinieri a bussare alla porta dei familiari di Guerrina Piscaglia e verificare in loco l’attendibilità della notizia, la triste verità è stata presto appurata: si era trattato solo di una bufala.

“Una frase digitata per sbaglio e mandata in diretta durante un programma tivù”, scrive Il Resto del Carlino, che ha fatto scoppiare il caos nel piccolo paese dell’Aretino dove il 1° maggio 2014 è scomparsa nel nulla la casalinga 50enne. Tempestiva dunque è arrivata la smentita della procura di Arezzo: “Non ci sono stati nuovi ritrovamenti”, seguita a ruota da quella dei carabinieri: “Non è stato trovato nulla”.

Assegno sociale 2016

Assegno sociale 2016 Inps: requisiti e importo

The Sinatra Collection milano

Eventi Milano Gennaio 2016, “The Sinatra Collection”, una mostra per “The Voice”