in ,

Guerrina Piscaglia, mistero ‘zio Francesco”: padre Gratien fornisce nuovo dettaglio

Continuano a rincorrersi indiscrezioni e smentite circa i contenuti delle dichiarazioni spontanee che padre Gratien Alabi il 26 agosto scorso ha rilasciato in carcere al pm Marco Dioni. Ed emergono, ufficiose, notizie sulla fantomatica figura di ‘zio Francesco”, della cui esistenza in più di un anno di indagini la procura di Arezzo non ha trovato traccia.

La notizia secondo cui il religioso congolese avrebbe fornito un identikit dell’uomo misterioso con il quale a suo dire Guerrina Piscaglia scappò via il primo maggio 2014 – “Zio Francesco è un nordafricano di 50 anni con accento francese”, avrebbe detto il prete –  è stata smentita durante la trasmissione di Rai 1, Estate in diretta, ma nelle ultime ore starebbe nuovamente prendendo piede, arricchendosi di nuovi particolari. A diffonderla Il Corriere di Arezzo, secondo cui padre Gratien avrebbe riferito di un tatuaggio a forma di granchio sulla mano sinistra di ‘zio Francesco’. Il mistero, dunque, s’infittisce: si tratta di un’invenzione creata ad arte dal religioso per allontanare i sospetti da sé o davvero quest’uomo esiste?

“A questo punto l’identikit di zio Francesco si completa con un dettaglio che potrebbe risultare prezioso nella sua individuazione” – ha detto al riguardo, Francesco Zacheo, difensore di padre Gratien – “A patto che si esegua con convinzione una attività investigativa mirata”.

la prova del cuoco

La prova del cuoco e Detto Fatto: anticipazioni e novità

Concorso infermieri Napoli 2015

Concorso infermieri Marche 2015: requisiti e scadenze