in ,

Guerrina Piscaglia news: misteriosa notte in hotel di padre Gratien prima dell’arresto

Continuano le indagini sul caso relativo alla scomparsa di Guerrina Piscaglia, la casalinga 50enne sparita in circostanze misteriose da Ca’ Raffaello, il primo maggio di un anno fa. Benché il corpo della donna non sia stato ancora ritrovato e non si possa escludere con assoluta certezza che il suo sia stato un allontanamento volontario, la Procura di Arezzo indaga per omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Il presunto assassino di Guerrina, padre Gratien Alabi, è in carcere dal 23 aprile scorso e non parla. Si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma il quadro accusatorio a su carico è caratterizzato da innumerevoli indizi di colpevolezza, giudicati tuttavia inconsistenti e suggestivi dal suo legale difensore, Luca Fanfani. Un quadro probatorio aggravato inoltre dalla poco edificante condotta morale del religioso congolese che, com’è noto, aveva frequentazioni a pagamento con prostitute. Tra queste Cristina, la lucciola rumena sentita in incidente probatorio il 27 maggio che sostiene di avere ricevuto minacce di morte dal sacerdote.

Su padre Gratien sono state inoltre diffuse nelle ultime ore nuove indiscrezioni, come riferito da Barbara D’Urso durante la diretta di Pomeriggio 5 di venerdì scorso. Il parroco, che dopo essere stato iscritto nel registro degli indagati nell’autunno del 2014 si trasferì a vivere in via della Pergola a Perugia (indirizzo tristemente noto per altri drammatici fatti di cronaca), è stato protagonista di un episodio alquanto anomalo e sospetto. Pur avendo dimora a Perugia, dov’è rimasto fino al febbraio 2015, la notte del 10 aprile (13 giorni prima di essere arrestato) pernottò in un hotel della città. L’indomani le addette alla pulizia della struttura ritrovarono il suo letto intatto e sotto il cuscino un telefono cellulare. Il prete non chiese mai di quel telefono: nei giorni successivi alla sua prenotazione non chiamò il personale dell’hotel per avere notizie del telefono né andò a riprenderselo. Gli inquirenti ora si pongono un ennesimo interrogativo: cosa andò a fare in quella camera d’hotel, il religioso? Perché non dormì sul letto della stanza? E quel cellulare, lo dimenticò o lo lasciò lì intenzionalmente?

Dove vedere Napoli Roma

Napoli – Lazio, Higuain è carico: “Domani una partita importantissima”

offerte di lavoro

LaRinascente: offerte di lavoro e stage nel 2015