in ,

Guerrina Piscaglia news: padre Gratien resta ai domiciliari, la Corte gli nega la libertà

Niente da fare per padre Gratien Alabi: il prete congolese 45enne, sotto processo in Corte d’Assise ad Arezzo per l’omicidio di Guerrina Piscaglia, rimarrà ai domiciliari.

La Corte ha infatti ha rigettato l’istanza dei suoi legali, Angeletti e Zacheo, che chiedevano l’annullamento degli arresti domiciliari per il loro assistito, descritto come un soggetto “innocuo” che “merita fiducia”. Fiducia evidentemente non accordatagli dai giudici, che hanno ritenuto ancora necessaria la custodia cautelare ai domiciliari, che l’imputato sta scontando a Roma, presso il convento dei Premostratensi.

>>> QUI TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO GUERRINA PISCAGLIA

Al momento non si conoscono le motivazioni della Corte d’Assise, intanto padre Gratien, dopo l’ennesimo’ no’, attende ora il responso del Riesame, chiamato nuovamente a pronunciarsi in merito ai suoi arresti domiciliari, dopo che la Cassazione ha bocciato il provvedimento.

Champions League sorteggio gironi

Dove vedere Bayern Monaco – Atletico Madrid: orario diretta tv, streaming gratis Champions League

Isola dei Famosi 2016 finale

Isola dei Famosi 2016 finalisti ed eliminati: Paola Caruso riuscirà a battere Jonas Berami?