in ,

Guerrina Piscaglia news Padre Gratien: un dettaglio intimo potrebbe scagionarlo

Potrebbero essere due dettagli molto intimi a scagionare padre Gratien Alabi, presto al banco degli imputati (la prima udienza è fissata per il prossimo 18 dicembre) perché accusato dell’omicidio volontario di Guerrina Piscaglia, la casalinga 50enne di Ca’ Raffaello di cui si sono perse le tracce il 1° maggio 2014.

L’indiscrezione, secondo quanto riportato da Il Corriere di Arezzo, proviene proprio dagli avvocati del religioso congolese, Riziero Angeletti e Francesco Zacheo, i quali avrebbero un asso nella manica che potrebbe smantellare la testimonianza di numerose donne dell’Est che sostengono – e lo faranno anche a processo – di avere avuto diversi incontri intimi a pagamento con il prete. Circostanza sempre negata con forza dall’indagato, in primis quella della prostituta Cristina (sentita in incidente probatorio), che sostiene di avere addirittura ricevuto minacce di morte da lui.

Il dettaglio intimo che padre Gratien ha confidato ai suoi legali riguarda la sua presunta intolleranza al tessuto della biancheria intima  – “Sono allergico alle mutande, non le indosso”, avrebbe detto ai suoi avvocati – che dunque avrebbe permesso alle sue presunte amanti di notare il tatuaggio sull’inguine che il religioso fece in giovane età. Top secret al momento la forma e la dimensioni del disegno indelebile sulla sua pelle: qualora le ragazze che sostengono di aver avuto dei rapporti con lui durante il processo non riuscissero a darne descrizione, per la difesa del congolese questa sarebbe la prova inconfutabile che non hanno mai visto nudo il loro assistito, e che dunque la loro testimonianza sarebbe da considerare inattendibile.

dieta dopo le feste natalizie, come depurarsi, cosa mangiare per smaltire,

Dieta dopo le feste natalizie: come depurarsi in 10 passi

Come smettere dalla dipendenza da facebook

Facebook news: top trends 2015, gli argomenti con più Mi Piace dell’anno