in ,

Guerrina Piscaglia news a Quarto Grado: la misteriosa telefonata del pizzaiolo etiope

Nella puntata di Quarto Grado del 22 maggio 2015, Gianluigi Nuzzi ha avuto modo di interloquire con l’avvocato di padre Gratien, Luca Fanfani, in collegamento video da Arezzo. In merito alle motivazioni che hanno portato il Riesame di Firenze a negare la scarcerazione del religioso, dipinto come un “freddo simulatore” con un’indole “fredda e priva di morale” e la “tendenza ad avvicinare donne sprovvedute e indifese”, il legale ha dichiarato: “Le persone che hanno conosciuto il mio assistito e sono state interrogate, hanno detto tutto di lui tranne che fosse una persona fredda”.

L’avvocato ha più volte insistito sulla necessità che gli inquirenti continuino ad indagare sulla ipotesi dell’allontanamento volontario di Guerrina Piscaglia – “anche le sorelle della 50enne hanno paventato la possibilità che Guerrina se ne fosse andata perché esasperata dalla sua condizione familiare altamente compromessa, per via dei continui litigi con Mirco che faceva abuso di alcol”, ha detto Fanfani – cercata “da morta” fin dai mesi immediatamente successivi alla scomparsa.

Ancora, in merito al misterioso legame tra Guerrina e il pizzaiolo etiope Dawit, Fanfani ha sottolineato il mancato accertamento da parte della Procura dei numerosi contatti tra i due, proprio nei giorni precedenti la sparizione della donna. Ci sarebbe addirittura traccia di una telefonata partita dal cellulare del cuoco a quello di Guerrina alle ore 00.31, di un giorno vicino al 1° maggio 2014 ma non specificato. Dawit ha negato di aver telefonato a Guerrina, adducendo come plausibile giustificazione la possibilità che sia stata sua moglie, ingelositasi, a fare quella telefonata.

Le Tre Rose di Eva 3

Le Tre Rose di Eva 3 anticipazioni puntata 28 maggio: Clarissa arriva a Villalba

Andrea Loris Stival ultime notizie

Caso Loris Stival Quarto Grado, clamoroso Veronica Panarello potrebbe essere innocente: spostata l’ora del delitto