in ,

Guerrina Piscaglia news: svelato il mistero del fantomatico “zio Francesco”

A pochi giorni dall’inizio del processo in Corte d’Assise ad Arezzo, a carico di padre Gratien Alabi, accusato dell’omicidio di Guerrina Piscaglia, sembra che la Procura sia riuscita finalmente a svelare il mistero della fantomatica figura di “zio Francesco”, stando alle indiscrezioni riportate da Il Corriere di Arezzo.

Il prete congolese aveva sempre raccontato che con quell’uomo misterioso Guerrina Piscaglia si sarebbe allontanata il pomeriggio del 1° maggio 2014, ma di lui in più di un anno di indagini nessuna traccia concreta era stata mai trovata dagli inquirenti, fino a qualche giorno fa.

Sì, perché sulla base della descrizione fatta da padre Gratien durante l’interrogatorio del 26 agosto scorso, gli investigatori sarebbero riusciti a risalire alla verità. Come sempre ipotizzato, “zio Francesco” sarebbe una figura immaginaria, inventata ad arte dal prete congolese che nell’offrire l’identikit del fantomatico personaggio (altezza media, senza barba, capelli brizzolati e uno scorpione tatuato sul braccio) si sarebbe ispirato al volto e al tatuaggio di un nordafricano incontrato a Perugia.

Gli inquirenti hanno identificato e interrogato 16 persone tra tunisini, algerini e marocchini, arrivando dunque all’individuo del quale padre Gratien avrebbe dato la descrizione, risultato estraneo alla vicenda. Solo la prova concreta degli innumerevoli tentativi di depistaggio, secondo la Procura, che giudica la vicenda quale ennesima bugia raccontata dall’indagato per allontanare i sospetti da sé.

Un Posto al Sole anticipazioni

Un Posto a Sole anticipazioni 3-4 Dicembre 2015: Schipa e Marina contro Roberto Ferri

Influenza 2015 sintomi e picco

influenza 2015: sintomi, durata e picco previsto per gennaio