in ,

Guerrina Piscaglia oggi il processo: padre Gratien ha chiesto le telecamere in aula

Inizia oggi ad Arezzo il processo a carico di padre Gratien Alabi, il prete congolese accusato dell’omicidio di Guerrina Piscaglia, la casalinga di Ca’ Raffaello scomparsa il 1° maggio 2014. A sorpresa il religioso, che ha voluto con forza il rito ordinario in Corte d’Assise, ha chiesto la presenza delle telecamere in aula. Padre Gratien, che oggi compie 46 anni, vuole dunque che le telecamere riprendano lo svolgimento delle udienze. Sarà la Corte a decidere e pronunciarsi in merito.

L’imputato è accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere. In attesa del trasferimento ai domiciliari, come deciso dal Riesame, padre Gratien per ora è bloccato in carcere perché manca il braccialetto elettronico, ragione per la quale la sua scarcerazione è stata più volte rinviata.

Quella odierna è la prima udienza del processo a suo carico. Un’udienza tecnica durante la quale sarà decisa l’impostazione del dibattimento che indiscrezioni preannunciano sarà lungo e complesso. L’intenzione dei legali del prete congolese, Zacheo e Angeletti, come anticipato dal Corriere di Arezzo, sarà quella di presentare molteplici eccezioni e richieste di perizie, prima fra tutte quella relativa ai presunti sms di depistaggio che per l’accusa padre Gratien avrebbe inviato dal cellulare di Guerrina. Sarà inoltre contestato l’impianto accusatorio nei confronti dell’imputato, che secondo la difesa non spiegherebbe la condotta omicidiaria dell’imputato.

polgai bomba

Brescia: bomba rudimentale esplode davanti alla sede della Polizia

ariana grande ep natalizio, ariana grande christmas & chill, ariana grande canzoni, ariana grande nuovo album

Ariana Grande EP di Natale: la popstar rilascia su Instagram Christmas & Chill