in ,

Guerrina Piscaglia processo: particolare inedito inguaia padre Gratien

La notizia importante emersa ieri, venerdì 29 gennaio, dall’aula della Corte di Assise ad Arezzo, dove si è svolta la terza udienza del processo a carico di padre Gratien Alabi riguarda le parole di una testimone, che ha fornito un dettaglio finora mai emerso nelle indagini, che aggraverebbe ulteriormente la già compromessa posizione del prete congolese.

A parlare in Aula è la signora Mirella Palucci, la merciaia ed edicolante del paese dell’Aretino che tutti conoscono, che si sarebbe intrattenuta a colloquiare con il religioso, poco tempo dopo la misteriosa scomparsa di Guerrina, avvenuta nel pomeriggio del 1° maggio 2014.

La donna ieri ha riferito di avere domandato a padre Gratien che fine secondo lui avesse fatto la donna“Padre Graziano mi disse: Guerrina non tornerà più, forse se ne riparlerà tra trenta quarant’anni…”. Parole che pesano come un macigno sull’imputato, che continua a ribadire la sua assoluta estraneità ai fatti.

Ieri in tribunale è stata anche la volta dei teste Pietro Rizzo, luogotenente dei Carabinieri, comandante della stazione di Badia Tedalda, e Loretta Paolucci, la donna che disse di aver incontrato Alabi nell’orario che per gli inquirenti sarebbe stato successivo al presunto omicidio della casalinga. Anche lei, interrogata in merito ad una sua presunta relazione con il sacerdote, ha negato di avere mai avuto un legame sentimentale con lui.

samsung device s7

Samsung Galaxy S7 uscita e scheda tecnica: quando esce in Italia? La risposta dagli USA

grandi complotti algoritmo sbarco sulla luna

Grandi complotti, dall’uomo sulla Luna all’11 Settembre: un algoritmo li smentisce