in ,

Guerrina Piscaglia, scottanti appunti segreti di padre Gratien: “Guerrina non c’è più…”

“Mi sono innamorato di una donna, è rimasta incinta e mi ha fatto spendere un sacco di soldi”, questa ed altre frasi shock son state rinvenute dagli inquirenti tra le pagine degli appunti sequestrati a padre Gratien Alabi il giorno del suo arresto, avvenuto il 23 aprile 2015. La clamorosa rivelazione è stata fatta da Luca Serafini de “Il Corriere di Arezzo” a Barbara D’Urso, durante la diretta di Pomeriggio 5 di quest’oggi, 13 maggio.

Frasi ambigue e criptiche tutte al vaglio degli inquirenti, i quali hanno deciso di allegare siffatti appunti al fascicolo a carico del sacerdote congolese che, lo ricordiamo, è indagato per omicidio volontariodistruzione di cadavere nell’ambito dell’inchiesta sulla scomparsa di Guerrina Piscaglia.

Tra le frasi agghiaccianti al vaglio della Procura di Arezzo, un altro appunto shock del prete: “Guerrina non c’è più”, affiancato da uno schizzo simile ad una bara. Non solo, c’è anche un’altra frase in quelle pagine, che potrebbe dare un nuovo input alle indagini: “Il telefono è caduto nell’acqua come il libro delle preghiere”. Cosa intende, padre Gratien, con questa frase? Il corpo senza vita della casalinga è forse stato gettato nelle acque del fiume Marecchia? Questa la terribile ipotesi paventata da Luca Serafini che potrebbe rivelarsi tristemente azzeccata.

 

 

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: Amedeo ha scelto Alessia

capelli estate

Capelli mossi fai da te senza piastra: come realizzare dei ricci perfetti per l’estate