in ,

Guerrina Piscaglia ultime news: il movente di padre Gratien

Padre Gratien Alabi, in arresto dal 23 aprile scorso con l’accusa di avere ucciso Guerrina Piscaglia, l’unica volta in cui decise di rispondere alle domande degli inquirenti negò nella maniera più assoluta di avere avuto una relazione sentimentale e rapporti intimi con la casalinga 50enne. Eppure gli indizi raccolti dalla Procura di Arezzo direbbero il contrario.

Le indiscrezioni sul giallo di Ca’ Raffaello si moltiplicano di ora in ora, e confermerebbero che il religioso congolese fosse diventato una vera ossessione per Guerrina, che aveva perso la testa per lui, arrivando addirittura a minacciarlo di “dar scandalo” raccontando a tutta la comunità di essere incinta di un figlio suo.

Queste pressioni avrebbero fatto perdere il controllo al sacerdote, che si sarebbe sentito in pericolo e senza via di scampo. A tal riguardo, secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, il gip di Arezzo, Piergiorgio Ponticelli, identificherebbe in ciò il movente di padre Gratien. La donna sarebbe stata uccisa tra le 13.46 e le 14.34 del 1° maggio, non nella canonica di Ca’ Raffaello, luogo segreto di incontro tra lei e il religioso, ma lungo la via Marecchiese, dove alcuni testimoni dicono di aver visto Guerrina passare. Sempre stando al quadro accusatorio, il cadavere della donna inizialmente sarebbe stato occultato nei boschi limitrofi e poi spostato in un luogo non ancora identificato.

Ferrero Sampdoria Serie A

Napoli – Sampdoria, Ferrero: “Higuain non ha vinto niente”

capelli moda 2015

Capelli 2015 tendenze: il brush back torna in voga, consigli su pettinature e trattamenti