in

Guerrina Piscaglia ultime notizie a Chi l’ha visto?: la donna era veramente incinta?

Prima di far completamente perdere le sue tracce Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa lo scorso primo maggio da Ca Raffaello, avrebbe mandato un sms a padre Gratien Alabi, il religioso del paese indagato per la sua sparizione, per annunciargli di essere incinta di suo figlio. È questa la rivelazione fatta da Chi l’ha visto? durante la diretta di questa sera, mercoledì 7 gennaio 2015, della trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli.

La giornalista e conduttrice della nota trasmissione ha sottolineato più volte che Guerrina, in un altro sms al parroco, aveva scritto che sarebbe andata da lui per cucinargli il coniglio e che poi avrebbero fatto l’amore e che padre Gratien le aveva risposto che il coniglio era già stato cucinato da un’altra ma che le avrebbe comunque lasciato la porta della canonica aperta.

Durante Chi l’ha visto? è stato però sottolineato anche come durante uno degli interrogatori, quando ancora il parroco non si era avvalso della facoltà di non rispondere, aveva più volte ribadito di non essere il padre del piccolo annunciando però che con Guerrina si era scambiato diversi messaggini. Guerrina era incinta si o no? Secondo il religioso la risposta potrebbe essere negativa, peccato però che padre Gratien si fosse anche detto disponibile a portare Guerrina in clinica per capire di chi fosse il possibile nascituro. Guerrina, quindi, poteva sì aspettare un bambino, ma di sicuro non era suo figlio visto che con lei non aveva mai avuto rapporti.

Forte di tutte queste affermazioni Federica Sciarelli ha tentato invano di suscitare una reazione nel marito di Guerrina. Mirko, ancora una volta in collegamento, insieme al suo avvocato, con il programma di Rai 3, però, si è mostrato come sempre e non ha perso le staffe annunciando di apprendere tutto ciò per la prima volta.

Strage Parigi

Charlie Hebdo, identificati e localizzati gli attentatori ecco chi sono

Strage Charlie Hebdo

Strage Charlie Hebdo: si è costituito il più giovane dei terroristi, gli altri due ancora in fuga