in ,

Gughi, per il bimbo di Grosseto una gara di solidarietà

Gughi ora è a Parigi con mamma Valentina e babbo Matteo. Gli stanno facendo tanti esami per capire meglio lo stato di avanzamento del glioma intrinseco del ponte encefalico che l’ha colpito il 26 marzo scorso. Loro abitano a Firenze, ma sono originari di Grosseto. Appena si è diffusa la notizia che il piccolo Guglielmo era malato è iniziata una gara di solidarietà. Ci vogliono 750mila euro per operarlo negli Stati Uniti, 1 milione di dollari. In Italia non ci sono le strutture e le competenze per eseguire l’intervento.

Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti

Nel giro di poco tempo sono stati raccolti 100mila euro. Tutti si sono adoperati: moltissimi amici, ma anche semplici conoscenti. Alcuni, invece, sono vip: al termine di uno spettacolo a Firenze Leonardo Pieraccioni, Giorgio Panariello e Carlo Conti hanno fatto una foto con in mano uno scatto di Guglielmo. E poi le attività commerciali: molti bar e ristoranti, ad esempio, stanno organizzando eventi appositi per raccogliere fondi per Gughi.

Lui ora si sta curando con la chemioterapia. I suoi genitori hanno preferito evitare la radio e le sue possibili controindicazioni su un bambino così piccolo. Ed è stata proprio la solidarietà a portare la famiglia di Guglielmo a Parigi, all’ospedale Necker. Il centro è stato consigliato alla famiglia da diversi neurochirurghi, i quali hanno ascoltato dato il loro consulto gratuito.

 

Piazzapulita facebook

Anticipazioni “Piazzapulita” 12 maggio: “L’infezione” dello scandalo esploso a Milano ribattezzato “nuova Tangentopoli”

Che tempo che fa facebook

Che tempo che fa: una lezione di teatro di un giovane novantenne Giorgio Albertazzi