in ,

Guida senza patente, depenalizzazione e sanzioni: come cambia il Codice della Strada

Da oggi cambiano le regole per chi viene trovato al volante senza patente. Guidare una moto, un’automobile o una macchina agricola senza la patente non sarà più considerato un reato – si parla, appunto di depenalizzazione – ma bensì un illecito amministrativo, da punire con il fermo del veicolo per tre mesi e con una sanzione pecuniaria, che parte dai 5mila euro fino ad arrivare ai 15mila.

Chi riguarda il provvedimento? Chi viene sorpreso dalla Polizia al volante, pur non avendo mai conseguito la patente o perché la stessa gli è stata revocata con un provvedimento definitivo. La sanzione sarà applicata anche a chi guida un mezzo diverso da quello che è abilitato a guidare. Stessa sorte a chi è in possesso di una patente extracomunitaria scaduta e continua a guidare in Italia (dopo un anno dal momento in cui ha acquisito la residenza) e anche a chi guida in Italia con una patente estera, nonostante in passato abbia commesso gravi violazioni del Codice della strada che comportano la revoca della patente.

Per effetto della depenalizzazione, tutti quelli già condannati per il reato di guida senza patente in passato vedranno la completa cancellazione degli effetti penali. Se ci si ostina a guidare senza patente dopo la multa, rimane la natura del reato, da punire con la confisca del mezzo e la pena dell’arresto fino ad un anno.

In apertura: foto Minerva Studio/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

ricette la prova del cuoco

Brunch della domenica: il fiore di carciofo di Luca Montersino

oms bacon salsicce hamburger cancerogeni

Carne rossa cancerogena? Ministero: “La cottura è importante”