in

Heather Parisi contro Nemicamatissima: “mi sono sentita ospite della mia nemica amatissima”

Conclusa l’avventura al fianco di Lorella Cuccarini per le due attesissime prime serate di Rai 1, sul suo blog Heather Parisi ha scritto un lungo post contro Nemicamatissima iniziando la sua polemica con: “Avrei voluto scrivere una lettera di soli ringraziamenti per avere avuto la grande opportunità di ritornare su RAI 1 a salutare il mio pubblico. Ma molte parole mi sono rimaste strozzate in gola. Avevo deciso di non parlare per rispetto a tutti coloro che mi hanno manifestato il loro affetto prima, durante e dopo le due serate. Ma è proprio per l’immenso senso di responsabilità che ho nei confronti del pubblico italiano che ho deciso di scrivere questo mio post”.

Cosa è successo? A quanto pare Heather Parisi aveva pensato a Nemicamatissima come ad uno show diverso e a confermarlo sono proprio le sue parole, la sua delusione e la sua amarezza: “Sono arrivata in Italia piena di entusiasmo e di idee. A giugno mi sono fatta commuovere da parole e da promesse che non hanno mai visto la luce. Avevo detto: “Non voglio un programma di nostalgia, ma un programma impregnato di autoironia e che guardi avanti. Voglio dare spazio a ballerini giovani e ballare con loro non da protagonista, ma al loro servizio. Voglio prendermi in giro e non terribilmente sul serio. Voglio sketch, ospiti internazionali e tanta musica. Voglio raccontare due donne diverse. Voglio uno show che si ispiri al Saturday Night Live”

>>> LEGGI QUI LE NEWS SU HEATHER PARISI 

Secondo quanto affermato dalla Parisi tutti i desideri di Lorella Cuccarini sono stati esauditi, tutti gli ospiti che la Cuccarini voleva sono stati chiamati, mentre alle sue richieste è stato data sempre e solo una risposta negativa. Tutto ciò ha portato a far in modo che la nota showgirl perdesse l’entusiasmo e la voglia di far parte della trasmissione: “Molti hanno frainteso certa mia insofferenza e certe mie espressioni del volto per poco rispetto di questo lavoro. È esattamente il contrario. Sono una professionista impeccabile e detesto veder calpestato lavoro, abnegazione e rispetto per il pubblico in nome di pure convenienze di scuderia. Perchè di questo si è trattato. E questo è stato il peccato originale

Ad essere chiamata in causa è poi una conoscenza del pubblico di Amici, il talent di Maria De Filippi: “Nel corso delle due puntate ho visto stravolto il mio balletto di apertura contro il volere della coreografa Veronica Peparini, ho visto tagliati pezzi interi di parlato con la mia nemica amatissima e amputata l’unica intervista che mi è stato concesso di fare. Il brano di apertura Stop the Fight Disco Bambina è stato tagliato di ben 30 secondi (un’eternità su una canzone di 3 min) con un editing orrendo che offende chi l’ha scritto e chi l’ha interpretato. Eppure li ballo e per davvero!

Perfino il monologo sulle rughe, il cui video è diventato virale sui social, è finito nell’occhio del ciclone:Il monologo sulle rughe, su un testo tutto mio e che ho difeso con le unghie da ogni volontà di modifica, era stato interrotto da un applauso scrosciante che mi aveva commosso. Scomparso“.

>>> LEGGI QUI LE NEWS SU LORELLA CUCCARINI 

Sottolineando di essersi sentita un’ospite della sia nemica amatissima, senza mai nominare Lorella Cuccarini, Heather Parisi conclude poi con: “Come artista ho anche io il diritto di difendere il mio lavoro e la mia dignità. Vivo al di fuori del sistema e non temo le inevitabili ritorsioni del mio atteggiamento. Non voglio dire se Nemicamatissima è stato un show bello o no, lascio che sia il telespettatore a giudicare; certamente è stato uno spettacolo completamente diverso da quello che mi era stato prospettato e che avevo accettato con entusiasmo; uno spettacolo durante il quale non mi è stata data la possibilità di esprimermi come avevo chiesto

siberia morti 10 bambini incidente stradale

Russia scontro autobus-camion: 12 morti di cui 10 sono bambini

libri da leggere almeno una volta nella vita

Libri da leggere almeno una volta nella vita: i 5 consigliati per l’inverno