in ,

Hina sgozzata dal padre perché “troppo occidentale”, la madre: “Lo perdono”

“Non lo giustifico ma lo perdono, e non lo abbandonerò mai”. Queste parole le ha pronunciate Bushra, la madre di Hina Saleem, 20enne pachistana sgozzata dal padre Mohammed con l’aiuto di due familiari, perché ‘colpevole’ di seguire uno stile di vita “troppo occidentale”.

Quell’efferato delitto avvenne dieci anni fa, l’11 agosto 2006 a Sarezzo, nel Bresciano, dove la ragazza viveva con la famiglia originaria del Pakistan. Hina morì colpita dai fendenti scagliati dal padre, che dopo averla sgozzata la seppellì nel giardino di casa con la testa rivolta verso la Mecca. Una mostruosità difficile da descrivere a parole, anche a dieci anni di distanza.

Eppure Bushra si mostra comprensiva verso l’uomo che ha sposato, e, come dichiarato al Corriere della Sera, dà la colpa alla ‘rabbia’ e non ha dubbi nel definirlo “un uomo buono e un padre esemplare, mai una volta ci ha obbligato a fare qualcosa. Quel giorno ha perso la testa in un impeto di rabbia, Hina era una ragazzina bravissima ma era finita in cattive compagnie e avevamo cercato di farglielo capire tante volte. In quel periodo ci chiedeva continuamente soldi e finché abbiamo potuto l’abbiamo aiutata..”.

La donna nega che la sua sia una famiglia di integralisti, e giustifica il folle gesto del marito Mohammed tirando in ballo l’atteggiamento un po’ troppo irriverente della ventenne che avrebbe “più volte ignorato i divieti paterni”, facendo perdere la testa al genitore.

Poi spiega come è arrivata alla serena accettazione di aver perso una figlia per motivi così assurdi e illogici: “All’inizio ce l’avevo con il mondo intero, con la vita. Pensavo: perché sta succedendo tutto questo? Perché proprio a me e alla mia famiglia? Poi ho capito. Era tutto già scritto, il destino aveva già deciso per Hina, per mio marito, per me. E allora ho trovato la pace che cercavo. Vivere senza Hina sarà per sempre il mio più grande dolore, ma Mohammed era e resta l’uomo della mia vita. È giusto che paghi per quel che ha fatto però io l’ho perdonato e non lo abbandonerò mai”.

Aggiornamento Android Marshmallow 6.0

Aggiornamento Android 6.0 Marshmallow news: Samsung S6, S5, Nexus 5, Motorola Moto X Sony Xperia Z4 e gli altri

Sanremo

Caso Sarri anche a Sanremo: ma la sentenza è opposta