in ,

Hitler ce l’aveva piccolo: due storici spiegano la possibile origine della follia del Führer

Hitler “aveva il pene piccolo”, questa la bizzarra teoria di due storici che vorrebbero spiegare l’estrema aggressività del Führer come un modo per compensare una fisicità non troppo “brillante”.

“Si ritiene che Hitler soffrisse di due anomalie ai genitali: un testicolo non sceso e una rara malformazione detta ipospadia, nella quale l’uretra si apre nella parte inferiore del pene” scrivono gli storici Jonathan Mayo e Emma Craigie collocando l’aggressività e la sete di conquista di Adolf Hitler in un contesto psicologico complicato. Questa curiosa notizia è stata subito ripresa dal Telegraph che spiega come nel loro libro, “Hitler’s last day: minute by minute” (Gli ultimi giorni di Hitler, minuto per minuto), i due studiosi sostengano che il dittatore tedesco fosse affetto da ipospadia, ovvero una malformazione dovuta a uno sviluppo anomalo degli organi genitali esterni durante la vita embrionaria.

Questa notizia arriva solo pochi mesi dopo che uno storico ha confermato il criptorchidismo di Hitler, ovvero una malformazione che provoca la mancata discesa di un testicolo nella sacca scrotale che, insieme alle ridotti dimensioni del pene causate dalla malattia sopra citata, avrebbe accresciuto in Hitler un enorme senso di insoddisfazione. Ma tutto ciò spiegherebbe davvero l’estrema aggressività e sete di potere del dittatore nazista? Secondo i due storici sarebbe, almeno in parte, una delle cause che hanno portato alla follia del Führer.

Jamie Dornan news: da 50 Sfumature di Nero a The Fall 3

Napoli 1-1 Milan diretta Serie A 26° giornata: risultato in tempo reale