in ,

Hollande vuole modificare la Costituzione ed entrare in guerra, chiede all’Europa di unirsi

Il presidente Hollande a Versailles, al cospetto delle Camere riunite in seguito ai gravi fatti di Parigi è stato perentorio: “La Francia è in guerra“. I bombardamenti su Raqqa verranno intensificati, coinvolgendo inevitabilmente i civili innocenti tanto quanto i cittadini morti a Parigi venerdì notte sotto il fuoco nemico. Hollande chiede all’Europa di attivare il trattato di solidarietà in base all’articolo 42.7 del trattato dell’Unione che prevede che quando uno stato è aggredito tutti gli stati membri devono dargli solidarietà di fronte all’aggressione.

Ed è proprio sui bombardamenti già effettuati in Siria che il Presidente torna, complimentandosi con i suoi piloti che avranno ancora, secondo le sue intenzioni, molto lavoro da fare. “Misure eccezionali contro il terrorismoquesta guerra di un altro tipo richiede un regime costituzionale da stato di crisi“.

Il numero uno dell’Eliseo vuole cambiare la Costituzione in corsa: “Cambiare la Costituzione per battere l’IsisIn Francia abbiamo bisogno di un regime costituzionale in grado di gestire la lotta a questo nemico. Ritengo, in coscienza, che dobbiamo far evolvere la nostra Costituzione per agire contro il terrorismo di guerra”. Mercoledì verrà inoltre presentato un progetto di legge per prolungare lo stato d’emergenza a tre mesi e adattarlo alle tecnologie e alle minacce attuali.

come pulire il parquet, pulire parquet con prodotti naturali, pulire parquet fai da te, pulire parquet aceto, pulire parquet alcool,

Come pulire il parquet: metodi e prodotti naturali per il pavimento il legno

Dove vedere Francia Albania

Francia, dopo la strage di Parigi si pensa al rinvio di Ligue 1 e Ligue 2