in

Hollywood dà scandalo: animali maltrattati sul set di “La Vita di Pi” e tanti altri film

E’ scandalo nel dorato mondo di Hollywood: troppi animali verrebbero maltrattati sui set durante le riprese. Ciò è quanto emerge dall’ultima inchiesta dell’Hollywood Reporter, secondo il quale l’American Humane Association, l’organizzazione delegata a vigilare sul conforme utilizzo di animali sul set, non avrebbe fatto il proprio dovere. Tanti sono, infatti, i film che hanno ottenuto la certificazione dell’AHA, nonostante gli “incidenti” che sono costati la vita agli animali impiegati durante le riprese.

war horse

Secondo quanto documentato dall’Hollywood Reporter, sono tantissimi i casi di maltrattamento degli animali sul set. Ad esempio, nel recente film “La vita di Pi” la maestosa tigre del Bengala, di nome King, sarebbe affogata se il suo addestratore non si fosse gettato in acqua per salvarla, a pochi minuti dalla scena finale. Oppure, sul set di “War Horse” di Steven Spielberg è davvero morto il cavallo protagonista, così come due cavalli durante le riprese di “Luck”. Per non parlare, aggiunge l’Hollywood Reporter, delle centinaia di capre e pecore scomparse durante la lavorazione di “The Hobbit”.

Episodi gravi dovuti all’incuria e alla negligenza“, li definisce la rivista statunitense, e non “incidenti” come sono stati poi definiti dall’American Humane Association. Nell’inchiesta sono stati citati anche i compensi degli ispettori dell’AHA: si parla di circa 80 dollari l’ora, emessi tra l’altro dalle major hollywoodiane. Ciò spiegherebbe l’atteggiamento compiacente dell’organizzazione, che ha però respinto ogni accusa dichiarando di volere sopra ogni cosa la sicurezza degli animali.

Seguici sul nostro canale Telegram

Anziani: più esercizio fisico, meno cadute

Antonella Clerici torna con Eddy ma assicura: “Mai più donna geisha”