in

Una donna finisce in volo il latte artificiale per la sua bambina: il gesto dell’hostess stupisce tutti

Non ricordo chi ha scritto che «le donne sono le peggiori nemiche delle donne», la storia che vogliamo raccontarvi oggi invece dimostra l’esatto contrario, o meglio, che le donne sanno essere di gran lunga più generose di quanto si possa immaginare. Su un volo Philippine Airlines diretto a Manila un hostess di 24 anni, originaria delle Filippine, non c’ha pensato nemmeno un attimo ad allattare al seno la figlia neonata di una passeggera.

leggi anche l’articolo —> Napoli, padre single adotta bimba down: era stata rifiutata da 7 famiglie

Il suo nome è Patrisha Organo, ed è mamma anche lei da nove mesi della piccola Jade. Aveva visto una signora a bordo dell’aereo con la sua bambina disperarsi poco dopo il decollo, proprio perché aveva terminato il latte artificiale da darle. La piccola di pochi mesi non smetteva di piangere, così per evitare ulteriori complicazioni, la giovane hostess ha pensato bene di intervenire. «Non appena ho sentito il pianto della bambina, sapevo che ci doveva essere qualcosa che avrei potuto fare per aiutare la donna. Quando la madre mi ha detto che non aveva latte artificiale per la sua bambina, sapevo che a bordo nessuno poteva aiutarla. Per questa ragione sono intervenuta io!», ha raccontato Patrisha Organo, che poi aggiunto: «Sapevo che avrei potuto offrire il mio latte dato che sto ancora allattando mia figlia. Appena la bambina ha cominciato a nutrirsi ho visto il sollievo negli occhi della madre. Alla fine la piccola si è addormentata!». Tutto è avvenuto alle 5 del mattino mentre gli altri passeggeri dormivano, in coda all’aereo, in uno spazio riservato. «Come madre conosco lo stress della signora. L’impotenza che provi quando non puoi nutrire il tuo bambino affamato è orribile. Per questa ragione sono dovuta intervenire!», ha rivelato l’hostess, che è stata vista dalla passeggera come un angelo. Non si può negare, infatti, che questa vicenda sia un bel esempio di solidarietà femminile, e che quello dell’hostess sia un gesto davvero nobile.

La mamma della piccola ha ringraziato più volte Patricia, che tuttavia non si ritiene affatto una donna fuori dal comune. Ha fatto soltanto quello che sentiva giusto: «Prima di imbarcarmi sapevo che il volo sarebbe stato speciale, dato che avevo appena ricevuto una promozione. Mai avrei immaginato … Sono così grata per il dono ricevuto del latte materno, che può venire offerto nei momenti di bisogno!».

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Michael Schumacher: lettera della moglie, Corinna rompe il silenzio

Dispensa Emilia lavoro

Dispensa Emilia offerte di lavoro: l’azienda ricerca 35 collaboratori per nuova apertura in Lombardia