in

Hsbc licenziamenti: a rischio 25mila dipendenti, tra tagli e delocalizzazioni

Dopo che la scorsa settimana, Hsbc, colosso bancario britannico, è stato colpito dalla giustizia di Ginevra e condannato a pagare una multa di 40 milioni di franchi svizzeri con l’accusa di riciclaggio e frode fiscale, ha deciso di varare un maxi piano dei tagli di costi e riorganizzazione, che prevede licenziamenti e, dunque, grosse perdite di posti di lavoro (si parla di oltre 25mila dipendenti), la delocalizzazione, con tanto di cessione delle attività in Brasile e Turchia, ed il rafforzamento degli investimenti in Asia, in modo da concentrare quelli futuri nel Sud Est asiatico e in particolare in Cina.

Hsbc punta ad una riduzione dei costi da 5 miliardi di dollari entro il 2017, con un taglio dei dipendenti, in tutto il mondo, tra 22mila e 25mila unità. Le inchieste e gli scandali venuti fuori dopo il processo di Ginevra, incideranno sul piano di ristrutturazione che prevede una riduzione pari al 10% del personale, vale a dire ben 266mila dipendenti in tutto il mondo e 48mila soltanto nel Regno Unito. Hsbc, infine, starebbe pensando di trasferire anche il suo quartier generale da Londra.

In conclusione, Hsbc vuole “accelerare gli investimenti in Asia, per captare le opportunità di crescita future e adattarsi alle evoluzioni strutturali. E’ stato avviato un rimodellamento significativo dell’attività che permetterà di avere un risparmio di 5 miliardi di dollari di costi entro 2 anni”.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Fedez Facebook risponde alle polemiche

Fedez, rissa in discoteca: rompe uno specchio e una ragazza rimane ferita

calciomercato inter news

Calciomercato Inter ultimissime: Thiago Motta e Felipe Melo vicinissimi