in

Hugh Laurie l’ex Dottor House si trasforma in blues-man a Bologna

Il poliedrico britannico Hugh Laurie: attore, scrittore, regista e doppiatore accantonerà l’irritante ma geniale dottor Gregory House e si concentrerà sul blues. Proprio questa sera, alle 21, Laurie si esibirà accompagnato dalla sua band al Teatro Manzoni di Bologna per un imperdibile appuntamento: l’unica tappa italiana del suo tour.Hugh Laurie canta

L’attore britannico di Oxford, durante la lunga serata bolognese, proporrà dei brani del suo secondo album “Didn’t it rain” e le canzoni più significative che hanno fatto la storia del blues. Nato in una facoltosa famiglia, si è laureato alla facoltà di antropologia ed archeologia del Selwyn College di Cambridge ma poi il fuoco sacro della recitazione ha avuto la meglio. Negli anni ’80 si unisce alla compagnia teatrale dei Footlights di Cambridge dove incontra Emma Thompson. Negli anni ‘90 prende parte a progetti interessanti mettendo in luce le sue numerose capacità al cinema ed in tv. Ma è la serie tv della FoxDr. House – Medical Division,” dove interpreta il dottor Gregory House, rende Laurie una celebrità mondiale e gli fa vincere il Golden Globe come miglior attore per 2 anni consecutivi, la TCA Award e una nomination agli Emmy Awards.

In seguito a “Dottor House” per l’attore, emblema del british style all’apparenza freddo e distaccato ma in realtà con una marcata sensibilità, si sono aperte le porte di Hollywood. La sua ultima fatica sarà nel doppiaggio del protagonista di “Paddington Bear”. Il cartone animato, creato da Paul King e tratto dai romanzi per bambini di Michael Bond, narra di un bambino che trova alla stazione ferroviaria un orsetto parlante e decide di adottarlo.

 

Vesuvio

Il Vesuvio esploderà: prospettiva apocalittica di un vulcanologo

Crollo vendite auto nel 2013: mercato europeo in crisi, Fiat -16,6%