in ,

I-Days Festival 2016, dai Sigur Ros a Paul Kalkbrenner: l’Autodromo di Monza accende i riflettori

Finalmente il grande evento del mese di luglio è arrivato: torna l’I-Days Festival con un’edizione del tutto imperdibile. La kermesse musicale prenderà il via questa sera, giorno 8 luglio 2016, dall’Autodromo di Monza, stessa location che prossimamente ospiterà Luciano Ligabue a settembre. Il programma dell’I-Days Festival 2016 è davvero ricco di grandi nomi e, non a caso, i biglietti per almeno una delle tre serate sono andati letteralmente a ruba. Tra i tanti artisti da poter ammirare si segnalano i nomi dei Sigur Ros, gruppo islandese, insieme a Suede e Paul Kalbrenner, oltre Joahn Thiele e Jasmine Thompson.

>>> SEGUI URBANPOST CON UN LIKE!

Di seguito, il programma completo della tre giorni degli I-Days Festival 2016 all’Autodromo di Monza con le line-up che si esibiranno da venerdì a domenica sera:

VENERDÌ 8 LUGLIO: Paul Kalkbrenner, Bloc Party, Jake Bugg, Jasmine Thompson, The Sherlocks, Michele Bravi, The New Waves, Another Feedabck,Never Trust, Doc Brown, Klune, Drywet, Hermit

SABATO 9 LUGLIO: Sigur Ros, Stereophonics, Shura, Lapsley, Honne, Formation, Sophie, Joan Thiele, Knk Project, Sandflower, Mr Kite, Royal Bravada, Phill Reynolds, Buzzy Lao, The Union Freego

DOMENICA 10 LUGLIO: Suede Biffy Clyro, Eagles, Public Access T.V., Klangstof, Anteros, Sica, The Elements, Mellow Toy, Mataleòn, Dankalia, Iiso, Giulia’s Mother

>>> LE ULTIME SUL MONDO DELLA MUSICA

Per quanto riguarda la  vendita dei tagliandi, invece, ecco tutte le informazioni utili del caso direttamente dal sito ufficiale degli I-Days Festival 2016: per la giornata di venerdì 8 luglio il prezzo è di 23 euro, sabato 35 euro mentre 25 euro per la domenica. È possibile fare l’abbonamento ai tre giorni (56,20 euro) o abbinare due giorni per un costo di 43 euro circa.

Juan Jesus Calciomercato Roma

Calciomercato Roma news, entrate uscite: Juan Jesus e Diawara ad un passo, Nacho torna di moda

Formula 1 2016

Formula 1 2016, Raikkonen rinnova con la Ferrari: ecco il motivo