in ,

I demoni dell’Eden: “Le bambine la convinci con un amen e te le fai”

Le bambine? Le prede perfette secondo le parole di uno dei tanti pedofili le cui azioni criminose sono state denunciate dalla coraggiosa giornalista messicana Lydia Cacho nel libro I demoni dell’Eden. Ecco una delle tante dichiarazioni degli orchi raccolte: “Lo sai che è il mio vizio, no?, è una stronzata ma non so resistere, e lo so che è un reato e che è proibito, ma poi è così facile, una bambina non ha difese, la convinci in un amen e te la fai. È tutta la vita che lo faccio e a volte sono loro che ci provano con me, perché vogliono restare con me, perché ho fama di essere un buon padre.”

Lydia Cacho

Un viaggio in Messico finalizzato a denunciare un sistema “agevola pedofili” che coinvolge importanti imprenditori, politici e poteri forti. Una sorta di loggia massonica volta a mantenersi il vizio, così i diretti interessati lo definiscono, di violentare bambini. La Cacho ha rischiato la vita per restituire la testimonianza di questa realtà in un territorio dove si contano decine di giornalisti ammazzati. Nel mirino è finito un pezzo grosso: Jean Succar Kuri libanese naturalizzato messicano, un importante imprenditore alberghiero messicano nonché stupratore seriale di bambini; fondamentalmente il burattinaio del sistema criminoso. Un vero e proprio mercante di bambini legato anche alla produzione di materiale pedo pornografico.

Il problema, quindi, risiede nell’impossibilità reale di denunciare questo sistema in quanto foraggiato e benedetto dai poteri forti. Una battaglia che la Cacho ha pagato con detenzione, abusi e torture; si è salvata per miracolo e non ha mollato la presa riuscendo a smantellare un’organizzazione criminale intoccabile. A testimonianza di quanto in alto si fosse insinuato il crimine c’è una frase lapidaria e sprezzante pronunciata dall’ex assessore di Cancùn Gòngora Vera che, secondo la testimonianza del segretario della giunta comunale Eduardo Galaviz, ha proposto per stemperare lo stress della politica, prendendo il cellulare con sguardo sornione, dicendo:“Quel che ti serve è farti una scopata con una bambina. Lascia fare a me”.

Bruma nel mirino della Juve

Calciomercato Juventus acquisti: nel mirino Bruma del PSV e non solo

Giornata mondiale del cuore: meno sale a tavola, l’appello delle Nazioni Unite