in ,

I geni Neanderthal colpevoli del vizio del fumo secondo uno studio pubblicato su “Science”

I fumatori accaniti, da ora in poi, potranno dare la colpa ai geni presenti nel proprio DNA: secondo uno studio pubblicato su Science, infatti, i geni Neanderthal sarebbero responsabili del vizio del fumo e di altre malattie.

Lo studio, pubblicato su Science e condotto da 14 università americane e una sudafricana, ha portato alla luce qualche dettaglio in più sui motivi della dipendenza da nicotina: come risaputo da tempo, l’uomo deriva direttamente dall’Homo Sapiens che si era precedentemente incrociato con l’uomo di Neanderthal. La tendenza al fumo, quindi, coinvolgerebbe tutti gli attuali abitanti dell’ex Eurasia bianca e gialla ovvero le zone sopra il 50mo parallelo identificabili con l’Europa e l’Asia.

Lo studio, che ha coinvolto oltre 28mila persone, ha evidenziato che nel nostro DNA circolerebbe dall’1,5% al 4% di genoma “Neanderthaliano”: in particolare, sembra che nel nostro DNA ci sia una riduzione del neurotrasmettitore del piacere, fattore che implica una richiesta sempre maggiore di nicotina per soddisfare l’organismo. La dipendenza al fumo non sarebbe l’unica tendenza derivante dal DNA dei nostri antenati: avrebbero la stessa origine anche alcune malattie neurologiche, la depressione e alcune malattie dermatologiche.

(Foto: Procy/Shutterstock)

Attacchi di panico quali cibi mangiare

Attacchi di panico: quali sono i cibi e le bevande da evitare?

Samsung Galaxy S7 news

Samsung Galaxy S7 ultime news: in prevendita da Trony?