in ,

I giovani in cerca di lavoro non sono così “choosy”

La Sanpellegrino Campus ha svolto uno studio basato su un sondaggio online condotto attraverso un campione di 10.628 ragazzi laureati e non, a cui è stato chiesto come immaginavano il loro futuro lavorativo e le principali problematiche incontrate nell’organizzare la loro vita. I giovani intervistati sono risultati molto animati dal desiderio di indipendenza economica e sarebbero disposti a svolgere attività anche molto diverse da quella per cui hanno studiato.

incontro lavoro ASVI Roma 2013

Tra i laureati ben uno su 3 (32%) sarebbe disposto a fare il commerciante, il 16% l’assistente socio-sanitario e un altro 16% il promoter. Tra gli altri lavori i giovani laureati accetterebbero anche di fare l’artigiano (15%), il barman (13%), il cuoco (12%), l’operaio (12%), il meccanico (6%), l’idraulico (6%) e l’agricoltore (2%).

 

La condizione psicologica registrata dagli studiosi é di preoccupazione (37%), rassegnazione (16%) e morale basso (13%). La necessità più avvertita è quella di indipendenza dalla propria famiglia d’origine, un ragazzo su 3 (il 37%) non vorrebbe più dipendere economicamente dai genitori. Tra i laureati aspira all’indipendenza il (26%) e a trovare una stabilità economica il (22%). Insomma i giovani hanno molta voglia di lavorare e fanno poco gli schizzinosi, smentendo clamorosamente i tanti “Soloni” che spesso li apostrofano ingiustamente come “bamboccioni”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Ballarò con Giovanni Floris

Stasera in diretta Tv: Ballarò, Braccialetti Rossi, Lucignolo, Il segreto,

Anticipazioni Il segreto domenica 16 febbraio: Juan rapisce Soledad