in

I Marò tornano in India

I Marò faranno ritorno in India. E’ stato trovato l’accordo con il governo di Nuova Delhi per il trasferimento nel Paese asiatico dopo il diniego registrato negli scorsi giorni da parte del Ministero della Difesa italiano.

L’annuncio è stato dato da Palazzo Chigi dopo un incontro tra l’attuale Presidente del Consiglio, Mario Monti, Di Paola, De Mistura, La Torre e Girone. La decisione è scaturita dalle garanzie che Roma ha ricevuto dal governo indiano. Sarebbe scaduto domani, infatti, l’ultimatum del Ministro della Giustizia Kumar per il rientro dei due fucilieri. Lo stesso Kumar che, qualche giorno fa, aveva dichiarato :”I due militari possono ancora tornare in India entro il 22 marzo e, se accade, questa spiacevole situazione potrà essere sanata”.Marò Italiani Arrestati in India Licenza

Dopo un negoziato durato, in pratica giorni, l’accordo è stato trovato e preparato, a tempi record, un comunicato contenete le seguenti dichiarazioni:”“La posizione del governo era stata definita in mattinata in un’apposita riunione del CISR (Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica) presieduta dal Presidente Monti, alla quale hanno partecipato i Ministri degli Affari Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata, dell’Interno Anna Maria Cancellieri, della Giustizia Paola Severino, della Difesa Giampaolo Di Paola, dell’Economia e Finanze Vittorio Grilli, dello Sviluppo Economico Corrado Passera,  i Sottosegretari Antonio Catricalà e Gianni De Gennaro. Sulla base delle decisioni assunte dal CISR, il governo italiano ha richiesto e ottenuto dalle autorità indiane l’assicurazione scritta riguardo al trattamento che sarà riservato ai fucilieri di Marina e alla tutela dei loro diritti fondamentali. Alla luce delle ampie assicurazioni ricevute, il Governo ha ritenuto l’opportunità, anche nell’interesse dei Fucilieri di Marina, di mantenere l’impegno preso in occasione del permesso per partecipare al voto, del ritorno in Italia  entro il 22 marzo. I Fucilieri di Marina hanno aderito a tale valutazione”.

Seguici sul nostro canale Telegram

papa francesco oggi

La merendina del papa ed i social network

Trenitalia: il Fecciarossa 1000 dedicato a Pietro Mennea