in ,

I momenti più belli del 2014: cosa non dimenticare dell’anno appena passato

Mancano davvero poche ore alla chiusura di questo 2014 che, in particolare per gli italiani, – qualunque cosa ne pensi Facebook, che con il suo video “E’ stato un anno meraviglioso” ha invaso migliaia di bacheche di ignari utenti – è stato un anno pieno di crisi, di fatti di cronaca luttuosi e di calamità naturali. Come ogni cosa che finisce, andiamo a tirare le somme di quello che è stato e andiamo ad analizzare quelli che sono stati i momenti più belli dell’anno che stiamo per salutare.

Innanzitutto, visto che tra qualche settimana tutti se lo chiederanno, vi ricordo che a vincere il Festival di Sanremo nel 2014 è stata Arisa con il brano Controvento. La notizia non è da inserire nella lista dei 10 momenti più belli di quest’anno, ma ho ritenuto comunque importante riportarla perché – cosa che scientificamente non ha ancora una risposta – mai nessuno ricorda chi ha vinto Sanremo l’anno prima.

Archiviata dunque la brevissima parentesi sanremese, passiamo in rassegna quelli che sono stati i 10 momenti più belli del 2014, in ordine sparso:

Selfie: il 2014 è stato l’anno del selfie e il ‘selfie dell’anno’ è stato senza dubbio quello di Ellen Degeneres che durante la cerimonia degli Oscar ha pubblicato su Twitter uno scatto con gli attori top della serata, tra cui Brad Pitt, Jared Leto, Angelina Jolie e Bradley Cooper. Da quel momento, la ‘selfiemania’ è dilagata, oltrepassando l’Oceano, fino in tutto il mondo, e il fenomeno continua ad impazzare sui social.

selfie

Oscar a La grande bellezza: film che fotografa perfettamente un pezzo d’Italia, La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha trionfato alla 86esima edizione degli Academy Awards, portando a casa l’Oscar per il Miglior film in lingua straniera che nel nostro Belpaese mancava da quindici anni (all’epoca la statuetta fu alzata da Benigni con La vita è bella, ndr).

la-grande-bellezza

25° anniversario della caduta del muro di Berlino: per il 25° anniversario della caduta del muro di Berlino la capitale tedesca è stata illuminata come mai prima d’ora. I festeggiamenti sono durati un’intera settimana, alla fine della quale è stata accesa un’installazione di ottomila palloncini bianchi di elio lungo il tracciato del muro, poi liberati nel cielo berlinese. La scena ha commosso non solo i presenti, ma tutti coloro che l’hanno vista sul web.

Caduta-muro-di-Berlino

Santificazione Papi: sono stati milioni i fedeli che il 27 aprile scorso sono accorsi a Roma per la Santificazione di Karol Wojtyla e Angelo Giuseppe Roncalli, papa Giovanni Paolo II e papa Giovanni XXIII, amatissimi dal mondo cristiano. La giornata è stata ribattezzata “La giornata dei quattro Papi” poiché a presenziare la canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, oltre a Papa Francesco, c’è stato anche il Papa emerito, Joseph Ratzinger.

La-giornata-dei-4-papi

Olimpiadi di Sochi: nonostante una vigilia poco tranquilla, a causa degli  attacchi terroristici degli estremisti islamici e delle proteste contro la legge omofoba in Russia, la fiamma olimpica che arde ha sempre il suo fascino. Due settimane di grande sport e competizione che, nonostante le polemiche di carattere politico, hanno regalato grandi emozioni a chi ama lo sport. L’ultima emozione l’ha regalata una delle tre mascotte dei Giochi Olimpici di Sochi 2014, l’Orso polare, a cui è toccato il compito di spegnere il braciere olimpico.

Olimpiadi-Sochi

Solidarietà social: il 2014 è stato anche l’anno della solidarietà social. Due in particolare le campagne che hanno avuto maggiore risonanza: Bring Back Our Girls è stato lo slogan della campagna mondiale per riportare a casa le oltre 200 studentesse nigeriane rapite da Boko Haram lo scorso 14 aprile nello stato del Borno. Ha fatto il giro del mondo in poche ore grazie ai social network e alle personalità note che hanno aderito con una loro foto e un cartello con il leitmotiv della campagna, tra cui la first lady Michelle Obama. Ma il 2014 è stato anche l’anno dell’Ice Bucket Challenge, l’iniziativa nata sui social per la raccolta fondi a favore della ricerca contro la SLA. Tantissime le celebrità del mondo dello spettacolo e della politica che hanno aderito, tra cui Lady Gaga, il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, fino al nostro Presidente del Consiglio, Matteo Renzi che, sfidato da Fiorello, si è fatto gettare in testa un secchio di acqua gelida.

michelle-obama

Premio Nobel per la Pace a Malala Yousafzai: la più giovane mai insignita del prestigioso premio, all’attivista pakistana è stato consegnato il Nobel per la pace per il suo impegno a favore dell’istruzione femminile.

Malala-yousafzai

Finalmente giustizia, o quasi: il 2014 per alcuni casi di cronaca italiana ha rappresentato un anno di svolta. Tre, in particolare, i casi in questione: Caso Yara, con l’arresto di Massimo Giuseppe Bossetti, accusato di essere l’assassino della piccola Yara Gambirasio, uccisa il 26 novembre 2010; processo di Perugia, Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati condannati a 28 anni e 25 anni di carcere per l’omicidio di Meredith Kercher; Caso Poggi, Alberto Stasi è stato condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto nel 2007 a Garlasco.

rita-poggi

Superluna: quest’anno, tra luglio, agosto e settembre abbiamo avuto l’occasione di vedere tre Superlune, evento assai raro. Il 2014 è infatti l’unico anno, tra il 1950 ed il 2050, in cui abbiamo potuto ammirare questo fenomeno tre volte.

Superluna

Samantha Cristoforetti: grande orgoglio italiano, Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana nello spazio. La donna delle stelle è partita qualche settimana fa dalla base di Baikonur in Kazakistan. La sua missione, battezzata Futura, durerà circa sei mesi.

Samantha-cristoforetti

Gemelli oroscopo 2015

Oroscopo 2015 Gemelli: quell’impazienza di tagliare i “rami secchi”

Trono Classico di Uomini e Donne

Uomini e Donne news, Trono Classico: Karina opinionista e tronisti in subbuglio