in ,

I pensionati italiani i più tartassati d’Europa: nel 2014 perderanno 118 euro al mese

Il Presidente di Confesercenti, Marco Venturi, ha denunciato un crollo vertiginoso del reddito dato dalle pensioni rispetto all’economia reale. Nell’anno 2014 si prevede che le imposte e le tasse incideranno sulle pensioni per 118 euro a testa. Secondo Venturi, l’Italia è l’unico Paese in cui i pensionati pagano più tasse di quando erano attivi.

Inps ufficio

Secondo la Confesercenti solo in Italia il pensionato paga, in proporzione, più dei lavoratori ancora attivi. Inoltre emergerebbe che il prelievo diventa più forte sulle pensioni d’importo più basso: 72 euro per una pensione pari a tre volte il minimo e 131 sulle pensioni d’importo inferiore. I pensionati italiani avrebbero il primato dei “più tartassati d’Europa”.

Con una pensione tre volte il minimo, il pensionato italiano e’ soggetto ad un prelievo doppio rispetto a quello spagnolo, triplo rispetto a quello inglese, quadruplo rispetto a quello francese e, infine, “incommensurabilmente superiore” a quello tedesco. La proposta della Confesercenti è di estendere il bonus fiscale anche ai pensionati, per cercare di compensare l’erosione del loro reddito,inoltre sarebbe necessario un ripensamento del sistema pensionistico, partendo dal principio che essere anziani non può essere considerato un peso sociale.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Matt Bomer attesissimo al Giffoni Film Festival 2014 per il premio Giffoni Award

Alessandra Amoroso vince la terza serata del Coca Cola Summer Festival