in ,

I personaggi più sfigati delle serie tv: Meredith Grey, la scaccia gioia di Grey’s Anatomy

Per dare un po’ di brio ai lunedì passati, abbiamo parlato di personaggi che uccidono la propria fidanzata per sbaglio, di uomini friendzonati pure dalla sosia della propria amata, di pecore nere della famiglia. Non parliamo poi dei geni incompresi, anzi sfruttati dalle compagnie per portare a termine piani malvagi. Oggi si cambia registro: la protagonista del #maiunagioiaday è la regina indiscussa della tristezza, il personaggio di Grey’s Anatomy con il quale Shonda Rhymes deve aver litigato: vi racconto la vita di Meredith Grey in 7 sfighe, una per ogni giorno della settimana.

#maiunagioiaday con Piper: quando il carcere non è abbastanza

1) Un nome, un programma: una persona con un cognome così non potrebbe che essere triste, avere una vita cupa e grigia, appunto. Vi faccio un altro esempio: Christian Grey è alto, bello e aitante, ma che ansia che mette.

2) L’espressione della felicità: non è vero. Dove vuole andare Meredith Grey con quella faccia lì? Che sia triste, felice, arrabbiata, annoiata, con quegli occhi socchiusi non trasmetterebbe felicità nemmeno se lavorasse come clown in pediatria.

#maiunagioiaday: la struggente vita di Michael Scofield

3) La mela marcia non cade mai lontano dall’albero: dire marcia è forse un po’ eccessivo, ma con due genitori così come poteva crescere Meredith Grey? Una psicopatica e un alcolizzato non sono di certo un esempio da seguire.

4) Calamità naturali: le peggiori tragedie del Seattle Grace Hospital non vedono come protagonisti i pazienti che arrivano in ospedale con lo stesso palo conficcato nel corpo a causa di un incidente. La catastrofe è Meredith Grey, che conduce una vita da “Final Destination”.

#maiunagioiaday: l’inutile vita di Matt Donovan

5) “Sfortunata nel gioco, anche peggio in amore“: dicono che i proverbi non sbagliano mai, ma per Meredith Grey è necessaria una rivisitazione. Se giocasse d’azzardo, finirebbe sul lastrico così come il suo cuore si è rotto in mille pezzi.

6) La riproduzione: inizialmente, Shonda aveva fatto credere ai fan di Grey’s Anatomy che Meredith Grey non potesse trasmettere il gene della sfiga a nessuno. Poi ha partorito e speriamo che la sfiga non sia una malattia genetica.

#maiunajorah: Mormont, dalla friendzone alla malattia mortale

7) Shonda Rhymes: Meredith Grey non ha fatto nulla di male, se non nascere e crescere nella mente di una delle autrici più apprezzate che, come George Martin, non teme di far soffrire i suoi personaggi.

Bisogna intervenire al più presto: presto, somministrate a Meredith Grey 50 cc di gioia e felicità.

Nina Moric GF VIP

Nina Moric Instagram: la modella in topless lancia un’accusa

Axel Witsel Juventus

Ultime notizie calciomercato Napoli: Witsel vicinissimo alla firma