in , ,

I Puffi: il cartone animato compie 35 anni

In un villaggio lontano lontano vivono i Puffi, nelle casette a forma di fungo, piccole creature di pelle blu, alte poco più di tre mele, con cappelli bianchi buffissimi (che non si tolgono mai)… Nati nel 1958 grazie a Peyo, Pierre Culliford, fumettista belga, si impongono con le loro avventure e la loro simpatia, prima sui giornali, poi come cartoni animati, facendosi amare in tutto il mondo. È una comunità prevalentemente maschile… c’è solo una Puffetta, l’unica con i capelli, che vive con loro, creata dal mago Gargamella per mettere un po’ di disordine in villaggio.

I Puffi si distinguono tra loro e prendono il nome dal loro carattere o dal loro lavoro: Puffo tontolone, puffo Quattrocchi, puffo forzuto, puffo inventore, pigrone, burlone… Il vecchio puffo saggio, a capo della comunità, è il Grande Puffo, con il cappello rosso e la barba. I Puffi sono tranquilli, cordiali, sereni ed allegri.

Purtroppo c’è il loro nemico n.1, Gargamella, un brutto cattivo e sdentato stregone, con il gatto Birba, che vuole catturarli per immergerli in pentoloni di siero di vipera ed ottenere una pozione magica che trasforma il metallo in oro. I loro dialoghi sono straordinari, ricchi di puffeggiamenti, nomi e aggettivi sono puffosi, puffanti, puffallegri. Divertono moltissimo. Pure Umberto Eco scrisse un saggio sulla semantica della “lingua puffa”. Si collezionano puffi in plastica dura, creati dalla Schleich, azienda ufficiale tedesca. E pupazzi, peluches, vestitini, piatti… si è creato un business con questa simpatico e buffo personaggio. Il cartone animato compie oggi, 12 settembre 2016, 35 anni!

vicenza trovato morto bimbo scomparso

Giallo tra Padova e Rovigo: cercano cadavere donna nell’Adige, trovano quello di un uomo

Assunzioni Poste Italiane giugno 2018

Poste Italiane assunzioni settembre 2016: posizioni aperte in tutta Italia, requisiti e scadenze