in ,

I rischi dell’insonnia

L’insonnia, il disturbo del sonno più comune, che colpisce fino a un terzo della popolazione dei paesi occidentali è stata oggetto di studio da parte di un gruppo di ricercatori americani del Brigham and Women Hospital.Essi hanno scoperto che alcuni sintomi dell’insonnia sono associati ad un aumentato rischio di mortalità correlata alla malattia cardiovascolare. Vediamo perché.

L’insonnia è un problema di salute comune, soprattutto tra gli anziani, ma il legame tra questo disturbo del sonno e il rischio di morte è stata finora poco chiaro” ha detto Yanping Li , PhD, ricercatore presso la Divisione di Medicina al BWH e autore principale del documento. “La nostra ricerca mostra che tra gli uomini che soffrono di insonnia, vi è un aumento (fotunatamente modesto) del rischio di morte per problemi cardiovascolari

Sonno sballato

I ricercatori hanno seguito più di 23.000 uomini con sintomi di insonnia per un periodo di sei anni ( dal 2004 fino al 2010). I ricercatori hanno documentato 2.025 morti e hanno scoperto che gli uomini con sintomi di insonnia quali difficoltà ad addormentarsi e sonno non ristoratore hanno avuto il 55% e il 32% in più di rischio di mortalità cardiovascolare rispetto a coloro che non hanno riportato questi sintomi di insonnia.

Sappiamo che il sonno è importante per la salute cardiovascolare e non solo” ha detto Xiang Gao, MD, PhD, ricercatore nella Divisione di Medicina al BWH e all’Harvard School of Public Health e autore senior dello studio ” Ora sappiamo che l’insonnia può avere impatto anche sulla longevità. Una ragione ancora più importanti per prenderci cura del nostro sonno

Integratori per favorire il sonno

Seguici sul nostro canale Telegram

Morto il padre di Alberto Stasi

rincari caffè macchinetta

I primi rincari del 2014 su lettere e caffè della macchinetta