in

Idee per le vacanze estive 2013: Poznan, bella e poco nota

Se siete alla ricerca di una vacanza che coniughi l’essere particolare, atipica e il non voler spendere un capitale, vi proponiamo un piccolo tesoro un po’ in disparte dalle rotte turistiche di massa. Si spende poco – basta un volo con la compagnia Ryanair e un ostello non troppo pretenzioso per restare anche una settimana con cifre nell’ordine delle poche centinaia di euro. Benvenuti a Poznan!

Una passeggiata per la Città Vecchia sembra una mostra permanente di opere artistiche e architettoniche di diverse epoche storiche. Sotto gli occhi, camminando per le vie del centro, scorrono costruzione gotiche, rinascimentali, neoclassiche, barocche, liberty. Sono quasi tutte nello Stare Miasto, la parte vecchia della città, diremmo il centro storico. Esattamente al centro di questo, a Stary Rynek, tutti i giorni si tiene un mercato: una dritta, comprare qui un souvenir potrebbe far risparmiare qualche spicciolo e dare la possibilità di ammirare il Palazzo del municipio che qui si affaccia, un esempio bellissimo di stile rinascimentale centroeuropeo. A mezzogiorno due sculture in metallo raffiguranti due capri escono da alcune porte laterali e si incornano per dodici volte.
Al suo interno, il Museo storico della città, ma se proprio siete interessati almeno un po’ di inglese dovreste masticarlo.

Di particolare interesse a Poznan è la Cattedrale, dedicata ai santi Pietro e Paolo. Gli archeologi ritengono possa risalire addirittura alla metà del X secolo, ovviamente in seguito profondamente rimaneggiata e restaurata. E a proposito di storia: come ogni città di antica fondazione – si direbbe che i primi insediamenti che avrebbero dato vita al centro si raccolsero intorno alla cattedrale nell’ VIII secolo – anche Poznan ha il suo castello: è il Castello Imperiale, dallo stile compatto e robusto (è pur sempre un castello), ma innegabilmente elegante.

Poznan

C’è spazio anche per l’arte a Poznan, col suo rinomato Centro Culturale Zemak, che oltre ad ospitare opere fra le più importanti e innovative del genio degli artisti di questa terra, concede angoli e pareti anche a artisti di levatura europea, in particolare italiani, tedeschi e francesi.

Poznan non è solo un centro di bellezza artistica e culturale, ma anche una vivace cittadina dalla vita notturna animata: si balla fino al mattino in locali chic come il Taczaka20 o lo SQ o si ascolta jazz raffinato al Dragon, davanti alla bevanda nazionale, la vodka (guai a sostenere qui che sia russa, da queste parti si è – giustamente – orgogliosi della qualità della wodka) o una birra.
E in tema di specialità, solo qui nel mondo troverete uno Rogal świętomarciński, che a dispetto del complicatissimo nome è una soavità in forma di cornetto con noci, sesami, panna acida e vaniglia. Roba da leccarsi letteralmente le proverbiali dita.

D’estate è possibile fare persino un tuffo nel vicino lago di Malta. Agosto è per ovvi motivi il mese migliore in cui visitare la città ed è per questo che sarebbe buona cosa prenotare quanto prima un volo su un portale di voli, come www.volo24.it, prima che i prezzi salgano col passare dei mesi. Sebbene i polacchi si tuffino con nonchalance, tuttavia per noi sudeuropei anche in pieno agosto l’acqua potrebbe risultare freddina. Insomma, prima di azzardarsi, sincerarsi della temperatura, e se si è ormai congelati per inesperienza o sfida, si può sempre riparare con un sorso di vodka.

Emergenza Casa Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle sostiene la battaglia degli sfrattati a Brescia

Clamoroso in Austria: lama e cammelli invadono un campo di calcio