in ,

Ignazio Marino dimesso: l’ex sindaco di Roma prepara la sua ‘vendetta’

Ha 20 giorni di tempo per ripensarci – e ha detto che lo farà – il sindaco neo dimissionario Ignazio Marino, indotto a rimettere il suo mandato dopo forti pressioni bipartisan e un ultimatum del suo stesso partito, il Pd, impossibile da ignorare: dimissioni immediate o mozione di sfiducia.

Il resto lo conosciamo tutti. Ma l’ex primo cittadino della Capitale non ci sta ad essere fatto fuori in questa maniera e annuncia vendetta“Ci avevano provato con la Panda rossa, i funerali di Casamonica, la polemica sul viaggio del Papa” – ha dichiarato in un’intervista a La Stampa“Se non fossero arrivati questi scontrini, prima o poi avrebbero detto che avevo i calzini bucati o mi avrebbero messo della cocaina in tasca”.

L’annuncio in cui diceva di essere “disposto a pagare di persona” le sue spese di rappresentanza per un ammontare di quasi 20mila euro regalando (e non restituendo) un assegno al Comune di Roma di pari importo, non aveva però sortito gli effetti sperati; anzi, la polemica sulle sue ‘spese pazze’ immortalate dagli scontrini dello scandalo si è oltremodo acuita e le sue parole interpretate come una implicita ammissione di colpevolezza.

“Ho rotto le uova nel paniere del consociativismo politico” – ha detto ieri Marino nel suo video-messaggio di addio ai romani – “Roma sarà parte civile nel processo di Mafia Capitale. Noi abbiamo tagliato le unghie a chi voleva mettere le mani sugli affari e ora si augura che chi verrà dopo di me non riporti Roma indietro …”. Ignazio Marino allude dunque ad un complotto ai suoi danni e rende chiare le sue imminenti intenzioni: “Ho le carte delle pressioni fatte per nominare Mirko Coratti vice e Odevaine capo dei Vigili Urbani” – ha detto annunciando un periodo di ‘veleni’ – “Rottamo il Pd e poi mi ricandido“.

Italia Spagna

Azerbaijan – Italia probabili formazioni qualificazioni Euro 2016

Qualificazioni Mondiali Russia 2018 2018

Argentina – Ecuador risultato finale: 0-2 highlights e sintesi qualificazioni Russia 2018