in ,

Ikea 3 bambini morti: ritirata cassettiera-killer da mercato Usa, ma in Europa è ancora in vendita

Tiene banco da ieri la notizia che riguarda Ikea relativa al massiccio ritiro (si parla di 27-29 milioni di pezzi) dalla vendita nel nord America e in Canada delle cassettiere modello Malm, messe fuori produzione. La perentoria decisione dell’azienda è sopraggiunta dopo diversi incidenti che hanno provocato la morte di tre bambini negli ultimi 2 anni. È stato infatti appurato che se non fissate correttamente alla parete, queste cassettiere possono facilmente ribaltarsi all’apertura dei cassetti, divenendo letali per i più piccini.

Dopo gli incidenti Ikea cercò di ovviare al problema offrendo ai clienti che già l’avevano acquistata la fornitura gratuita dei kit necessari a fissarla  alla parete, lasciando però intatto il design del mobile. Soluzione rivelatasi evidentemente inefficace visto il drastico provvedimento di cui sopra, resosi necessario dopo l’ennesimo incidente che lo scorso febbraio ha causato la morte di bimbo di 22 mesi, schiacciato dal peso della cassettiera.

Sta tuttavia facendo discutere il fatto che il ritiro del prodotto riguardi solo il mercato americano. Nel mercato europeo, e sul sito italiano di Ikea nello specifico, infatti, la cassettiera modello Malm è tuttora in vendita. A segnalarne la pericolosità solo la dicitura nel foglietto delle istruzioni per il montaggio fai da te, prerogativa dei mobili venduti dal colosso svedese: “Avvertenza! Rischio di ribaltamento. I mobili che non vengono fissati al muro possono ribaltarsi. Fissa questo mobile alla parete con l’accessorio di sicurezza incluso, per evitare che si ribalti”.

 

Cellule staminali terapia

Cellule staminali: avviata prima terapia al mondo contro una forma rara di immunodeficienza

Attacchi di panico persone famose

Canzoni sugli attacchi di panico: i 10 migliori brani (e di qualcuno non avreste mai sospettato)