in ,

Il 2 novembre 1983 Reagan firmò l’istituzione per la ricorrenza in onore di Martin Luther King

Importante ricorrenza quella appena tenutasi negli Stati Uniti e per tutti coloro che furono al fianco e appoggiarono le lotte per l’uguaglianza di Martin Luther King, leader della lotta per i diritti civili, che aveva “un sogno”: superare, una volta per tutte, le barriere razziali che dividevano gli afroamericani dal resto della popolazione americana.

Celebrazione

Infatti l’allora Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan, il 2 novembre 1983 dopo l’approvazione alla Camera e al Senato, firmò l’atto che istituì ufficilamente in prossimità del 15 gennaio di ogni anno, data di nascita di King, una festività in onore dello stesso attivista.

Tale evento però non ebbe uniforme ed immediata attuazione nell’intero Paese: infatti alcuni Stati lo celebrarono con un nome differente dal “Martin Luther King Day” e, addirittura, due di essi  Arizona e New Hampshire si uniformarono a questa tradizione solo nel 18 gennaio 1993. Quest’anno il Presidente Barack Obama ha svolto un ruolo di assoluto rilievo per l’occasione sottolineando quanto nell’intera nazione sia necessario l’assistenza e solidarietà reciproca, come King ha sempre predicato.

photo credit: mattlemmon via photopin cc

photo credit: MTSOfan via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

riciclo

Nuova soluzione abitativa e alternativa creata da due mamme coraggiose

GK City

Manchester City, Hart non convince: Pellegrini pensa al suo ex Caballero