in

Il Bologna pensa a Zeman per la serie B

E’ stata l’Osteria Flaminia di Roma il luogo dell‘incontro tra la dirigenza del Bologna, capeggiata dal presidente Alberto Guaraldi, e Zdenek Zeman. Gli emiliani lo vorrebbero alla guida della squadra per ridare slancio ad una piazza abbattuta, amareggiata e arrabbiata. Dopo la cessione di Diamanti in Cina, infatti, per i bolognesi solo illusioni, brutto calcio e la retrocessione.

alessandro diamanti

Zeman è reduce dall’ottimo campionato cadetto col Pescara, culminato con la promozione in A, ma soprattutto con la dimostrazione che il suo calcio d’attacco il serie B funziona. Subito dopo è arrivata l’esperienza alla Roma. Un mezzo flop, condito dal solito tormentone boemo: tanti gol fatti, altrettanti gol presi. Ma proprio da qui arriva l‘ostacolo principale verso l’immediato matrimonio tra Zeman e Guaraldi.

Il Bologna, infatti, vorrebbe annunciare nel più breve tempo possibile le linee guida per la prossima stagione, in modo da far capire ai tifosi che il prossimo campionato di B sarà solo una parentesi, addirittura un mattone verso la ricostruzione. Quindi Zeman in questo senso sarebbe un ottimo viatico. Ma il boemo è legato alla Roma fino al 30 giugno e sembra non avere alcuna intenzione di rinunciare ad un mese e mezzo di stipendio. Da non sottovalutare nemmeno le turbolenze societarie in casa Bologna: è noto a tutti infatti che la società rossoblu stia cercando acquirenti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Web Signage: startup da Catania verso un futuro di pubblicità personalizzata

Cannes 2014 red carpet, i look più belli della prima giornata