in ,

Il cachi: a chi fa bene e chi dovrebbe evitarlo

Con l‘autunno la tavola si arricchisce di moltissimi alimenti che possono migliorare sensibilmente il nostro stile di vita e creati apposta dalla natura per aiutare a superare con energia questa stagione. In questo periodo ad esempio, oltre alla melagrana, è tipico il cachi o cachi mela, ricco di proprietà benefiche, soprattutto per chi durante l’autunno soffre di debolezza e spossatezza. Si tratta per l’appunto di un frutto ricco di zuccheri, adatto a chi necessità di una carica di energia in breve tempo.

I benefici del cachi però non finisco qui; infatti essendo un frutto ricco di potassio, sali minerali e fibre è un ottimo rimedio per chi è soggetto a colite e costipazione. Se mangiato la mattina per colazione, il cachi favorisce un miglior funzionamento dell’intestino ed evita la ritenzione idrica. Di fondamentale importanza è che il cachi da consumare sia ben maturo in caso di costipazione e leggermente più indietro per chi soffre di colite.

Di contro è necessario ricordare che essendo il cachi ricco di zuccheri e con indice glicemico medio è da sconsigliare a chi soffre di diabete poiché come la banana o il figo è eccessivamente carico di zuccheri per chi ha di questa patologia. Lo stesso vale per chi è affetto da obesità o sta seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati e zuccheri per perdere molto peso.

Trucco Halloween, idee make up, trucco halloween idee

Trucco Halloween: 10 idee make up spaventose ma vincenti

7 siti Unesco in Italia: tesori da scoprire che non ti saresti mai aspettato

7 siti Unesco in Italia: tesori da scoprire che non ti saresti mai aspettato