in

Il cielo dell’Emilia-Romagna si colora di aquiloni dal 24 aprile 2014

Quante volte da bambini avete provato a librare un aquilone di aria senza successo? Bene, è tempo di ammettere a se stessi che qualcuno ci può riuscire. E anche molto egregiamente.

Per gli appassionati, l’appuntamento d’obbligo è a Pinarella di Cervia, in provincia di Ravenna, dal 24 aprile al 4 maggio 2014, in occasione dell’attesissima 34esima edizione del Festival internazionale che vede protagonisti proprio i giocattoli dalla leggera intelaiatura pronti a spiccare il volo.

Lungo un chilometro di spiaggia che si estende dal bagno 124 al 109, in una cornice paesaggistica che fa incontrare mare e pineta, sono pronti a sfidarsi ben duecento “artisti del vento” provenienti da tutto il mondo: dall’Australia al Canada, dall’Indonesia al Giappone, dal Pakistan a Singapore.

rassegna aquilonisti Pinarella Cervia 2014

Via libera, allora, a peripezie acrobatiche, prove di record, battaglie aeree “a suon” di aquiloni, siano essi combattenti, veleggiatori o giganteschi aquiloni in 3D senza stecche (i cosiddetti “soft-kites”). Anche quest’anno, tante sono le “chicche” per appassionati: dall’aquilone frutto di un sapiente riciclo di materiali ad opera della finlandese Marten Bondestam alle opere volanti in carta e bambù di artiste francesi e austriache, dal gigantesco coccodrillo di John Tan proveniente da Singapore al riutilizzo di penne di gabbiano ricomposte dalle abili mani della svedese Johan Hallin.

Tra gli ospiti più attesi di questa edizione, i fotografi Robert Bouchal, Gerhard Zitzmann e Florian che faranno librare nell’aria loro attrezzature fotografiche proprio grazie agli aquiloni, e i “pittori del cielo”, tra cui il canadese Robert Trepanier che disegna personaggi grotteschi e lo statunitense John Pollock, autore di sublimi “tele” volanti. A far rimanere a bocca aperta ci penseranno anche le strabilianti coreografie aeree che vedono come protagonisti i campioni mondiali di volo acrobatico.

Come già successe nel 2008, tornano a grande richiesta i giovani ambasciatori della cultura Maori, che intratterranno il pubblico con aquiloni, giochi, danze e canti.

La rassegna, che prevede anche laboratori, installazioni e mercatini artigianali, animerà la cittadina tutti i giorni dalle 10 alle 19. Per saperne di più, visita il sito ufficiale.

Anche la città emiliana di Ferrara non vuole essere da meno e si appresta ad ospitare all’interno del parco urbano Giorgio Bassani il Festival Vulandra, altro appuntamento dedicato agli aquilonisti che colorerà il cielo della città dal 25 al 27 aprile 2014.

Costruttori di opere d’arte e campioni di ingegneria aerea sono pronti a dar prova delle loro abilità facendo divertire sia grandi che piccini. Per i più piccoli, in particolare, sono previsti laboratori di costruzione di aquiloni. La rassegna, inoltre, si connota per un’attenzione particolare alle abilità speciali, predisponendo percorsi appositi per persone con difficoltà di tipo motorio.

L’aquilone simbolo dell’edizione 2014 è frutto dell’ingegno dello svizzero Niggi Steger e rappresenta una farfalla, pronta a sfidare la creatività dei presenti prestandosi ad innumerevoli variazioni.

Per saperne di più, visita il sito ufficiale.

(fonte: Emilia-Romagna Turismo; autore dell’immagine principale: davideoneclick, da Flickr.com )

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Disturbi cronici del sonno possono favorire l’Alzheimer

triangolo amoroso tra il calciatore e le due belle ragazze

Tra Marco Borriello e Olga Kent c’è del tenero, ma cosa centra Cristina Buccino?