in ,

“Il colore dell’erba”: al cinema il primo film per non vedenti

Andare al cinema è una delle esperienza più semplici quanto d’effetto per ognuno, ma chi soffre di cecità purtroppo molto spesso non può godere dello stesso coinvolgimento emotivo poiché i film sono, per la maggior parte, pensati per trasmettere attraverso le immagini. E’ la regista Juliane Biasi Hendel a cambiare questa prospettiva con il suo nuovo film, “Il colore dell’erba”, pensato per una fruizione da parte di vedenti e non vedenti. Il film verrà presentato in anteprima lunedì 18 gennaio al Cinema Massimo di Torino e da febbraio arriverà nelle sale delle principali città italiane, tra le quali Milano, Bologna, Roma e Trento.

“Il colore dell’erba” è un road movie che racconta la storia di due ragazzine non vedenti, Giorgia e Giona, per le quali una passeggiata da sole fino a un lago diventa una sfida appassionata che le porta a misurarsi con loro stesse; “le protagoniste mostrano come la paura del buio riguarda tutti” spiega la regista che ha lavorato al film per quattro anni con il supporto di Mibact, di Trentino Film Commission, Piemonte Doc Film Fund e Rai 3 e con il patrocinio dell’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti).

A rendere davvero unica la “visione” di “Il colore dell’erba” sarà la parte sonora del film che racconterà, come e quanto le immagini, la storia, le emozioni e le paure delle protagoniste. La pellicola infatti si è avvalsa del contributo del sound designer Mirco Mencacci che ha creato un vero e proprio paesaggio sonoro per il racconto del film e permetterà di godere anche ad occhi chiusi del film.

Foto: Facebook

Migliaia di biglietti da 1 a 10 euro per viaggiare in Italia e in Europa

bowie petizione banconota

David Bowie, boom di petizioni: dal suo volto sulle monete al cambio nome a Marte