in ,

Il fallimento di Detroit ma gli USA ricevono la tripla A da Moody’s

Mentre l’agenzia di rating Moody’s ha riconosciuto la tripla A agli USA, Detroit città del Michigan, culla dell’industria automobilistica statunitense e mondiale e sede di Gm, Ford e Chrysler per decenni, ha dichiarato fallimento con un debito di 18,5 miliardi di dollari. Ad annunciarlo il governatore dello stato stesso, Rick Snyder, ieri 18 luglio: e non era mai successo prima di ieri che una città fondamentale come Detroit,  per l’economia industriale americana, dichiarasse bancarotta.Detroit

Moody ha motivato la promozione statunitense per come ha gestito il suo debito pubblico.  Secondo l’agenzia di rating la crescita USA, seppur moderata, è più rapida rispetto ad altri Paesi con rating AAA. Nel frattempo, però, la città di Detroit ha presentato la richiesta più grande di bancarotta mai presentata da una municipalità nella storia americana.  Da tempo si vociferava ma l’ufficializzazione del provvedimento è arrivata soltanto ieri sera giovedì 18 luglio, pronunciata dal governatore del Michigan Rick Snyder al commissario della città, Kevyn Orr, secondo le procedure previste dalla legge fallimentare Usa.

La città e capitale dell’industria automobilistica statunitense ha un debito di 18,5 miliardi di dollari e ha visto i suoi cittadini dimezzarsi: da 1,8 milioni degli anni ‘50 a poco meno di 685.000 nel 2013 con una progressiva riduzione dei servizi pubblici. Il governatore repubblicano Rick Snyder aveva destituito l’amministrazione comunale e affidato a Kevyn Orr, un manager d’emergenza, la gestione di un piano per il salvataggio economico. Dalla rapida espansione della prima metà del ‘900 si è assistito all’altrettanto rapida decadenza di Detroit degli ultimi decenni che ha spopolato la città. Il governatore Snyder ha riferito che questo è un passo difficile ma è l’unica possibilità che hanno a disposizione per risolvere un problema che si protrae ormai da 60 anni. Al dì là della questione economica c’è anche un problema razziale perché a Detroit l’80 per cento della popolazione è afroamericana e democratica. I residenti vedono il commissariamento con allarme ed apprensione in quanto  sembra una manovra dello stato del Michigan, a maggioranza bianco e repubblicano, per prendere il controllo  della città.

 

Calciomercato

elisabetta canalis e Bobo Vieri

Elisabetta Canalis ha risposto, su Twitter, alle dichiarazioni di Bobo Vieri?